La Dieta dei Chakra: quali cibi assumere per bilanciare i 7 chakra

chakra e alimentazione

L’alimentazione spesso è un aspetto molto sottovalutato quando si parla di riequilibrare i chakra, ma gioca un ruolo fondamentale nel bilanciare la loro energia. In questo articolo esploreremo i cibi e le pietanze associati a ognuno dei 7 chakra, le loro proprietà e i consigli nutrizionali da conoscere per sfruttare al meglio questi alimenti.

L’importanza dell’alimentazione

In medicina, ogni chakra è situato in un punto vitale di grande importanza per il corpo. Ma come funziona l’energia che passa attraverso questi punti? Come possiamo alimentarla o equilibrarla? Esattamente come per tutto il resto del nostro corpo: tramite l’alimentazione.

L’alimentazione per un essere vivente è imprescindibile non solo per la sopravvivenza, ma anche per il benessere della persona. Per fare un esempio molto semplice, diesel e benzina sono entrambi carburanti, ed entrambi combustibili, eppure se provate a mettere del diesel in un motore a benzina (o viceversa) esso si romperà molto in fretta. Il principio del corpo umano con l’alimentazione è simile: il fatto che un dato alimento sia commestibile non vuol dire che possiamo nutrirci solo di quello. Molti cibi sono tossici per il fegato se assunti in grandi quantità e regolarmente.

Per una corretta alimentazione è quindi fondamentale mangiare di tutto e variare il più possibile, facendo attenzione ad alcuni cibi piuttosto che ad altri.

L’alimentazione per i chakra funziona in maniera identica: alcuni cibi sono di sostentamento per un certo chakra, mentre altri sortiscono maggiore effetto su un altro chakra. È importante conoscere e capire queste differenze per mantenere bilanciati tutti i punti energetici del nostro corpo.

Cibi per i sette chakra

7 chakra significato

Un aspetto molto importante che può aiutarci a capire quali cibi agiscano positivamente su ogni chakra è il colore. A ciascuno dei sette chakra è infatti associato un preciso colore: dal rosso fino al viola, in scala cromatica come se stessimo guardando l’arcobaleno.

Ecco un elenco dei chakra e i colori corrispondenti:

  1. Primo chakra (o chakra della Radice): Rosso
  2. Secondo chakra (o chakra Splenico): Arancione
  3. Terzo chakra (o chakra del Plesso Solare): Giallo
  4. Quarto chakra (o chakra del Cuore): Verde
  5. Quinto chakra (o chakra della Gola): Azzurro
  6. Sesto chakra (o chakra del Terzo Occhio): Indaco
  7. Settimo chakra (o chakra della Corona): Viola

Tuttavia non dobbiamo fermarci all’aspetto e al colore dei cibi, in quanto è molto importante essere a conoscenza anche delle loro proprietà. Vediamo nel dettaglio quali sono:

Primo chakra

cibi primo chakra

Il colore del primo chakra è il rosso, ma perché i cibi rossi sono adatti al chakra della radice?

Gli alimenti di questo colore sono principalmente caldi ed energetici. Il primo chakra regola la stabilità, la fiducia in sé stessi e la sicurezza: i cibi rossi servono a far fluire più energia tramite la vasodilatazione dei vasi sanguigni e la stimolazione del cuore. Per queste ragioni alcuni esempi di cibi adatti al primo chakra sono il peperoncino, i pomodori, il radicchio e in generale tutti cibi che hanno una funzione di regolazione della temperatura corporea. Troviamo inoltre soia, cipolle rosse, barbabietole, uova e carne, cibi sempre ad alto valore nutritivo.

Anche le fragranze ricche e legnose stimolano il chakra della radice, ad esempio il sandalo e il legno di cedro. L’insegnante di yoga Sinead Duffy ha sviluppato un olio speciale per il primo chakra per uso esterno che sfrutta proprio i benefici di queste fragranze.

Secondo chakra

cibi secondo chakra

Il secondo chakra è il centro della sessualità e della sua percezione, associato al colore arancione e a tutti i cibi con effetti afrodisiaci. Da non dimenticare che per questo chakra passano anche la creatività e le emozioni, quindi avranno un effetto benefico anche tantissimi cibi naturalmente dolci e ricchi di sali minerali come ad esempio le carote, la zucca, le arance, il mango e le albicocche. Ma non dobbiamo fermarci al colore: per bilanciare questo tipo di energia possiamo aggiungere anche miele, avena, cocco e ancora la cannella e i semi di sesamo.

Terzo chakra

cibi terzo chakra

Al terzo chakra è associato il colore giallo. Esso incarna le energie della vita, dell’autostima e delle ambizioni ed è quindi un fulcro di energia proprio come il primo chakra. Con questa premessa, sappiamo quindi che mangiando cibi rossi andremo a dare energia al chakra della radice, ma forniremo energia anche al plesso solare.

I cibi per equilibrare esclusivamente questo chakra in ogni caso non mancano: abbiamo limoni, banane, grano e cereali oltre ad alcuni tipi di formaggi. Sono ottimi anche l’ananas, i peperoni, i semi di girasole, lo zenzero e la curcuma. Per sfruttare a tutto tondo i benefici del limone sul terzo chakra è consigliabile inoltre utilizzare un olio essenziale di limone, da nebulizzare tramite un diffusore, per un effetto calmante sul sistema nervoso.

Quarto chakra

cibi quarto chakra

Il quarto chakra è collegato al colore verde. Il chakra del cuore regola principalmente l’empatia, quindi non è un’energia facile da nutrire solo tramite il cibo, ma richiede un lavoro mentale costante. Tuttavia una calma maggiore ci può aiutare a sviluppare gentilezza e comprensione verso il prossimo ed è da questo presupposto che partiremo a cercare i giusti cibi per nutrirlo: tutti i vegetali verdi o dalle foglie verdi sono più che adatti a stimolare la calma, con un occhio di riguardo al basilico, la maggiorana e il timo.

Tutti i tè verdi sono perfetti per bilanciare questo chakra e la sua energia, dal gelsomino al matcha, particolare tè verde giapponese aromatico perfetto per calmare i nervi dopo una giornata tesa.

Quinto chakra

cibi quinto chakra

Il quinto chakra è associato all’ascolto e alla comunicazione. Bilanciarlo con gli alimenti comincia a farsi complicato, poiché il suo colore è l’azzurro e in natura non esistono cibi azzurri – si tratta di un colore estremamente raro per i cibi.

Non esistendo cibi del colore adatto, come possiamo quindi aiutare questo chakra a riequilibrare la sua energia? Principalmente tramite i liquidi: quindi acqua, succhi di frutta e tisane, che vanno a calmare e rinvigorire la gola, l’organo associato al quinto chakra. Un particolare alimento che può aiutare questo chakra, anche se è di difficile utilizzo nella nostra cucina, sono le alghe.

Sesto chakra

cibi sesto chakra

Anche l’energia canalizzata dal sesto chakra è difficile da veicolare tramite il cibo, ma non è impossibile: il terzo occhio, associato al colore indaco, possiede l’energia dell’immaginazione, dell’intuizione e della lungimiranza, quindi stiamo parlando sempre di energia mentale. Per stimolare l’attività del pensiero possiamo assumere caffeina e teina, ginepro, rosmarino (i cui fiori sono del giusto colore) e melanzane. Possiamo anche avvalerci di uva e frutti di bosco, alimenti carichi di antiossidanti che favoriscono il benessere cerebrale.

Settimo chakra

cibi settimo chakra

Infine abbiamo il settimo chakra, associato al viola. Questo chakra è ancora più difficile da nutrire poiché gestisce un’energia più eterea e meno materiale di quella del resto del corpo e degli altri chakra, ma abbiamo comunque modo di aiutarlo a bilanciarsi. La lavanda, il loto e tutti i cibi o le bevande con effetti depurativi o disintossicanti sono perfetti per il chakra della corona, così come l’acqua sorgiva, il calore del sole e l’aria pulita dei boschi.

Anche se alcuni di questi cibi sono già stati citati per altri chakra, è bene sapere che alimenti come lo zenzero, il cocco e alcuni funghi aiutano molto questa energia a canalizzarsi. Si possono sfruttare anche la salvia e la mirra, da assumere con cautela poiché blandamente tossiche se consumate in quantità eccessiva.

Questi sono i principali alimenti da assumere per riequilibrare le energie dei sette chakra. È bene tenere sempre a mente che per raggiungere la totale armonia del corpo è necessario mangiare in maniera più varia e completa possibile, riducendo le tossine e i cibi spazzatura. La depurazione della nostra mente non può che iniziare da quella del corpo. Puoi trovare informazioni utili su un’alimentazione sana su SaluteLibro.it.

Candela dei 7 Chakra con oli essenziali
  • Questa candela è appositamente realizzata per creare un'atmosfera di pace e armonia.
  • La fragranza di questa candela è caprifoglio e cedro.
  • La candela è decorata con 7 simboli chakra che rappresentano i 7 strati colorati di stearina.
  • Tempo di combustione: 100 ore. Dimensioni: ogni candela misura circa 21 x 6,5 cm.
  • La candela è prodotta da 100% stearina e cerossilo e include il 3% di oli essenziali puri (caprifoglio e cedro). La stearina è una risorsa rinnovabile che può essere ripiantata. Fa in modo che la candela bruci in modo pulito e senza fumo. Lo stoppino utilizzato è di puro cotone. Come risultato avrete una fiamma molto stabile e senza prodotti di scarto da combustione. La candela è senza paraffina. Non contiene piombo metallico o zinco. Non ha ingredienti derivati da animali.
Altri post di Marco Ossola

Yama, l’astensione secondo il Raja Yoga

Nello scorso articolo abbiamo parlato degli Otto Stadi del Raja Yoga che,...
Continua a leggere

2 commenti

  • Salve molto bello ed interessante l’articolo. Proverò a mettere in pratica tutto, dico proverò perché non è facile riuscire a cambiare atteggiamento e anche solo volerlo credo non basti. Le chiedo una cosa su un consiglio che mi è stato dato: mi hanno detto che potrebbero pulire e purificare i miei ckakra e la mia aura, molto negativa, con un rito che dura un mese, da una luna all’altra, per 330 euro. Cosa ne pensa? Mi farebbe piacere un suo parere. Grazie mille, Vanessa.

    • Buongiorno Vanessa, mille grazie per il suo commento!

      La corretta alimentazione è una pratica che va eseguita costantemente ogni giorno con tanta forza di volontà: cambiarla per renderla migliore è come cercare di cambiare le abitudini giornaliere, non è una cosa facile né veloce. I chakra fanno parte del corpo energetico e sono inevitabilmente legati all’alimentazione. Di conseguenza, tramite costanza e un lento processo che non ha alternative facili e/o rapide, si può riequilibrare la propria energia e anche la propria aura.

      In autunno, salvo imprevisti, abbiamo intenzione di pubblicare un corso online dedicato proprio ai chakra a livello olistico: tratterà il tema dei chakra nella sua interezza, inclusa la riequilibrazione, la purificazione e l’alimentazione.

      Nel caso avesse bisogno di qualunque altra informazione sull’alimentazione, non esiti a contattarmi all’indirizzo marco@meditazionezen.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *