Autostima: Come Aumentarla con i 6 Pilastri di Branden

Scopriamo come l'autostima influisce sulla nostra vita quotidiana, insieme a sei pilastri per potenziarla giorno dopo giorno.
aumentare l'autostima

L’autostima è un aspetto fondamentale della salute mentale e del benessere personale, che influisce sulle nostre relazioni, sul lavoro e sulle nostre scelte di vita.

In questo articolo esploreremo il tema dell’autostima e del suo impatto sulla nostra vita quotidiana, scoprendo una serie di tecniche pratiche per sviluppare e mantenere una sana autostima.

Cosa significa autostima?

ragazza sorride guardando al cielo

Ti è mai capitato di non sentirti all’altezza delle situazioni, oppure di sentirti in colpa mentre stai discutendo con qualcuno anche se non ce ne sarebbe alcun motivo, o, ancora, ti demotivi facilmente per paura di fallire? Hai timore di esprimere le tue idee per via dei giudizi altrui?

Se ti riconosci in questa modalità di approccio alle relazioni e alla vita in generale, probabilmente la tua autostima non è particolarmente alta.

L’enciclopedia Treccani definisce l’autostima come la “Considerazione che un individuo ha di sé stesso. L’autovalutazione che è alla base dell’autostima può manifestarsi come sopravvalutazione o come sottovalutazione a seconda della considerazione che ciascuno può avere di sé, rispetto agli altri o alla situazione in cui si trova…”

Quindi l’autostima è il giudizio che ci auto attribuiamo, a prescindere da quello che gli altri pensano di noi. È la nostra valutazione di noi stessi.

Questa considerazione si forma fin da piccoli e dipende molto dal contesto familiare e sociale in cui viviamo e dalle esperienze che facciamo, ma soprattutto dalle emozioni e sensazioni che proviamo.

Il modo di reagire e di osservare gli eventi sarà sempre differente da persona a persona e di conseguenza anche la valutazione che ne deriva.

Le esperienze che facciamo, dunque, ci possono condizionare e limitare come anche ci possono far pensare di poter essere sempre dei vincenti. Pertanto, la nostra autovalutazione potrà essere sia sottovalutata che sopravvalutata: in entrambi i casi non siamo sulla strada giusta, infatti va sempre ricercata la via di mezzo, il giusto mix di consapevolezza delle proprie potenzialità e dei propri limiti.

Solo acquisendo questa consapevolezza e coltivando la fiducia nelle nostre capacità possiamo ambire a raggiungere i nostri obiettivi o più semplicemente a vivere meglio, con più equilibrio.

L’autostima secondo Nathaniel Branden

Nathaniel Branden
Nathaniel Branden

Parlando di consapevolezza, Nathaniel Branden, psicoterapeuta e scrittore statunitense, la annovera tra i 6 pilastri dell’autostima.

“Uno dei significati di vivere consapevolmente è: Identifica quello che funziona e fallo ancora, cercando di capire su quali principi funziona. E anche: Identifica quello che non funziona, e smetti di farlo.”

Branden definisce l’autostima come “la disposizione che permette di essere in grado di far fronte alle sfide fondamentali della vita e di essere degni di felicità“, dando molta importanza alla pratica del miglioramento e del mantenimento dell’autostima.

Per Branden, dunque, la radice dell’autostima non sta nei successi che otteniamo, ma nelle pratiche generate dall’interno che ci permettono di ottenerli, quindi, l’autostima può essere potenziata agendo su sei pilastri:

1) Consapevolezza

Vivere consapevolmente vuol dire entrare in contatto più autentico con i nostri valori, aspirazioni e obiettivi: capire cosa per noi è davvero importante per poter focalizzare la nostra attenzione e direzionare meglio la nostra vita.

2) Accettazione

La pratica dell’accettazione consiste nel permettere a sé stessi di far fluire i propri pensieri, le proprie emozioni e azioni, senza giudizio.

3) Responsabilità

La pratica del senso di responsabilità consiste nel renderci conto che siamo gli autori delle nostre scelte e siamo responsabili delle nostre vite, senza cercare colpevoli se qualcosa non va bene ma chiedendoci cosa possiamo fare per migliorare la situazione.

4) Affermazione di sé

La pratica dell’affermazione di sé significa essere autentici nei rapporti con gli altri, essere disposti a difendere noi stessi e le nostre idee, senza cercare di contraffarle per evitare la disapprovazione.

5) Obiettivi

Identificare obiettivi a breve e lungo termine e le azioni necessarie per raggiungerli e comportarci di conseguenza, ossia in funzione del raggiungimento di tali obiettivi, controllando di rimanere sulla giusta via e aggiustando il piano quando necessario.

6) Coerenza

L’integrità personale viene mantenuta quando c’è coerenza tra quanto pensiamo, quanto diciamo e quanto facciamo; quindi portare avanti i valori che sosteniamo attraverso le azioni, l’esempio e la parola.

Ognuno di noi è quindi responsabile della propria disposizione a vivere più o meno efficacemente le sfide di ogni giorno e della propria felicità.

Gli effetti dell’autostima

donna sorride reggendo un mazzo di fiori

Attraverso la pratica della consapevolezza, dunque, possiamo imparare a riconoscere i nostri pregi e i difetti e impegnarci a migliorare le debolezze e apprezzare i punti di forza.

Da qui possiamo iniziare il percorso per aumentare la nostra autostima attraverso azioni mirate verso il nostro obiettivo, imparando a cadere e rialzarci tante volte senza abbatterci, considerando i fallimenti come un’opportunità per imparare.

Vale sicuramente la pena intraprendere questo percorso perché i benefici di una buona autostima sono davvero tanti:

  • In primo luogo, saper gestire le emozioni, ossia non farsi travolgere dalle situazioni ma riuscire ad agire e non reagire, come conseguenza avremo una maggiore serenità che ci servirà anche per affrontare meglio i problemi.
  • Migliorano le relazioni perché aumenta il nostro amore per noi stessi, di conseguenza apprezziamo di più anche gli altri.
  • Siamo più centrati e sappiamo qual è la direzione in cui vogliamo andare e questo ci fa sentire più sicuri e in ogni momento possiamo ritrovare il focus mentale verso il nostro obiettivo, evitando di farci abbattere da situazioni o persone che in qualche modo sembra vogliano intralciare il nostro percorso.

Conclusione

Se la valutazione che fino ad oggi hai fatto di te stessa/o non era equilibrata, sai che si può assolutamente ribaltare tutto e ricominciare, non snaturarsi, ma semplicemente prendersi la responsabilità di occuparsi della propria felicità.

Si può lavorare autonomamente sulla propria consapevolezza attraverso lo studio di sé stessi, con la meditazione, lo yoga, la scrittura, la lettura, frequentando dei corsi specifici, oppure ci si può affidare ad un professionista che ci possa guidare.

Inoltre, come sempre agire è sicuramente la pratica più importante. Si può iniziare dalle piccole cose, anche in famiglia, osservando i propri comportamenti e reazioni e cercando di provare, per esempio, a prendere più spesso l’iniziativa in situazioni quotidiane o a difendere le proprie idee o convinzioni in caso di scambi di opinione, imparando anche ad accettare eventuali critiche o correzioni, vivendole come possibilità di crescita personale.

Non è semplice, ma dopo aver compiuto i primi passi il percorso si delineerà da sé e ogni risultato sia positivo che negativo (se lo vivremo come opportunità di crescita) potrà andare a costituire la nostra nuova valutazione di noi stessi, accompagnata da uno stato di benessere e di appagamento che renderà il nostro percorso di vita molto più semplice.

Letture consigliate

I sei pilastri dell'autostima
  • Branden, Nathaniel (Autore)

Ultimo aggiornamento 2024-04-13 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari.

È una scelta consapevole per offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Contiamo sull’aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo questo portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale.

Ecco come puoi sostenerci:

2 risposte

    1. Grazie Fulvia, sono molto felice di leggere questo tuo commento. Anche io sono appassionata di crescita personale e grazie alle mie letture sono riuscita a migliorare molti aspetti della mia vita. Ti aspetto al prossimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *