Dieta Ayurvedica: Cos’è, Benefici e Cibi Consigliati

Focalizzata sull'equilibrio dell'energia di corpo e mente, la dieta ayurvedica prevede un piano alimentare personalizzato in base al dosha di una persona.
dieta ayurvedica

La dieta ayurvedica è un modello alimentare che esiste da migliaia di anni.

Si basa sui principi della medicina ayurvedica indiana e si concentra sul bilanciamento di diversi tipi di energia all’interno del corpo, al fine di migliorare la salute.

A differenza di molte altre diete, la dieta ayurvedica fornisce consigli personalizzati su quali alimenti mangiare ed evitare in base al tipo di energia che domina corpo e mente.

In questo articolo scopriamo tutto ciò che c’è da sapere sulla dieta ayurvedica, compresi i suoi benefici, i lati negativi e gli alimenti da assumere o evitare.

Cos è la dieta ayurvedica?

cibo ayurvedico

L’Ayurveda è una forma di medicina olistica focalizzata sulla promozione dell’equilibrio tra corpo e mente.

Secondo l’Ayurveda, l’universo è composto da cinque elementi:

  • vayu (aria)
  • jala (acqua)
  • akash (spazio o etere)
  • teja (fuoco)
  • prithvi (terra)

Si ritiene che questi elementi formino tre diversi dosha, definiti come tipi di energia che circolano all’interno del nostro corpo. Ogni dosha è responsabile di specifiche funzioni fisiologiche.

Ad esempio, il pitta dosha controlla la fame, la sete e la temperatura corporea. Il vata dosha mantiene l’equilibrio e il movimento degli elettroliti, mentre il kapha dosha promuove la funzione articolare e la forza.

La dieta ayurvedica è una componente fondamentale dell’Ayurveda ed è stata impiegata per migliaia di anni come mezzo per il riequilibrio dei dosha.

Si basa sulla determinazione del dosha dominante di una persona e sul consumo di cibi specifici per promuovere l’equilibrio tra tutti e tre i dosha.

Come funziona?

vatha, pitta e kapha
I tre dosha, Vata, Pitta e Kapha, sono composti dalla combinazione di due elementi

La dieta ayurvedica è un piano alimentare che stabilisce delle linee guida su quando, come e cosa dovresti mangiare in base al tuo dosha dominante o tipo di corpo.

Ecco alcune delle caratteristiche principali di ciascun dosha per aiutarti a determinare quale tipo si adatta meglio a te. Per approfondire ti invitiamo a visitare il nostro articolo dedicato ai dosha.

  • Pitta (fuoco + acqua): intelligente, laborioso e deciso. Questo dosha, quando dominante, conferisce generalmente una corporatura media, irascibile e può soffrire di condizioni come indigestione, malattie cardiache o ipertensione.
  • Vata (aria + spazio): creativo, energico e vivace. Le persone con questo dosha dominante sono generalmente magre con una struttura leggera e possono avere problemi digestivi, affaticamento o ansia quando sono fuori equilibrio.
  • Kapha (terra + acqua): calmo, radicato e leale. Chi ha questo dosha dominante spesso hanno una struttura più robusta e può avere problemi con l’aumento di peso, l’asma, la depressione o il diabete.

Secondo questa dieta, il dosha dominante determina quali alimenti assumere per promuovere l’equilibrio interiore e quindi nutrire i dosha non dominanti.

Questo perché lo squilibrio di un dosha porta spesso a problemi fisici e mentali. Conoscendo il nostro dosha dominante, possiamo assumere cibi che nutrano gli altri due dosha di modo da evitare che il dosha principale sfoci in uno squilibrio energetico esasperando in negativo le sue caratteristiche.

Ad esempio, il pitta dosha si concentra su alimenti rinfrescanti ed energizzanti e limita spezie, noci e semi.

Il vata dosha favorisce cibi caldi, umidi e macinati, limitando la frutta secca, le erbe amare e le verdure crude.

Infine, il kapha dosha limita cibi pesanti come noci, semi e oli a favore di frutta, verdura e legumi.

Carne rossa, dolcificanti artificiali e ingredienti trasformati sono limitati o addirittura sconsigliati per tutti e tre i dosha. La dieta ayurvedica in generale incoraggia il consumo di cibi integrali sani.

Benefici della dieta ayurvedica

benefici ayurveda

Ecco alcuni dei potenziali benefici della dieta ayurvedica.

Incoraggia il consumo di cibi integrali

Sebbene la dieta ayurvedica abbia linee guida specifiche per ogni dosha, la dieta nel suo insieme incoraggia un maggior consumo di cibi integrali come frutta, verdura, cereali e legumi.

Questo aspetto può giovare notevolmente alla salute dell’organismo, poiché questi alimenti sono ricchi di molti nutrienti essenziali.

La dieta riduce anche al minimo gli alimenti trasformati, che spesso mancano di fibre, vitamine e minerali importanti per il nostro organismo.

Gli studi dimostrano che un’eccessiva quantità di alimenti trasformati nella nostra dieta può essere associata ad un rischio più elevato di malattie cardiache, cancro e squilibri ormonali.

Pertanto, la dieta ayurvedica può aiutare a proteggere dalle malattie croniche e promuovere una migliore salute generale attraverso l’alimentazione.

Potrebbe favorire la perdita di peso

Sebbene siano disponibili ricerche limitate sulla dieta ayurvedica associata alla perdita di peso, alcuni studi hanno scoperto che potrebbe essere efficace a questo proposito.

Ad esempio, in uno studio svolto su 200 persone con pitta o kapha come dosha dominante i partecipanti hanno seguito la dieta ayurvedica per tre mesi e registrato una significativa perdita di peso. Queste persone tendono ad essere più pesanti di quelle con vata come dosha dominante.

Un altro piccolo studio ha rilevato che seguire un programma di modifica dello stile di vita basato sull’Ayurveda, che include cambiamenti nella dieta e lezioni di yoga, ha portato a una perdita di peso media di 6 kg in 9 mesi. Tutti gli studi citati sono in calce all’articolo.

Detto questo, sono necessari altri studi per valutare l’efficacia della dieta ayurvedica per la perdita di peso nella popolazione generale.

Promuove la consapevolezza

La consapevolezza è una pratica che implica prestare attenzione a come ci sentiamo nel momento presente.

In particolare, il consumo consapevole di cibo enfatizza la riduzione al minimo delle distrazioni durante i pasti per concentrarci sul gusto, sulla consistenza e sull’odore del cibo.

Il consumo consapevole può anche migliorare l’autocontrollo e promuovere un rapporto più sano con il cibo.

Lati negativi

tisane ayurvediche

Sebbene ci siano diversi vantaggi associati alla dieta ayurvedica, ci sono anche degli svantaggi da considerare.

Ecco alcuni dei potenziali aspetti negativi della dieta ayurvedica.

Può creare confusione

Uno dei maggiori problemi con la dieta ayurvedica è che può essere fonte di confusione e difficile da seguire.

Non solo ci sono elenchi di alimenti specifici per ogni dosha, ma anche molte regole aggiuntive da seguire.

Ad esempio, le raccomandazioni su quali alimenti dovresti mangiare ed evitare cambiano durante l’anno in base alla stagione.

Ci sono anche suggerimenti su quando, quanto spesso e quanto dovresti mangiare, il che può rivelarsi complicato, specialmente per coloro che hanno appena iniziato la dieta.

Può sembrare eccessivamente restrittiva

Nella dieta ayurvedica, ci sono ampi elenchi di alimenti da mangiare o evitare a seconda del tuo dosha.

Ciò può significare eliminare cibi sani o interi gruppi di alimenti che si ritiene aggravino specifici dosha.

Anche altri ingredienti come la carne rossa o gli alimenti trasformati vengono esclusi, il che potrebbe richiedere modifiche significative alla dieta attuale.

Questo può sembrare eccessivamente restrittivo e meno flessibile rispetto ad altri piani alimentari e può rendere difficile attenersi alla dieta a lungo termine.

Spesso è soggettiva

Un altro potenziale problema con la dieta ayurvedica è che è soggettiva.

La dieta è incentrata sulla determinazione del tuo dosha dominante, che si basa su una serie di tratti fisici e mentali.

Sebbene ci siano molte linee guida e quiz online disponibili per facilitare il processo, capire il tuo dosha non è sempre un processo semplice.

Poiché le raccomandazioni per la dieta sono adattate a ciascun dosha, la scelta del dosha errato potrebbe influire negativamente sui risultati.

Alimenti da consumare

cibi sani

Nell’Ayurveda, gli alimenti sono classificati in base alle loro qualità fisiche e al modo in cui si dice che influenzino il corpo. Questo aiuta a determinare quali ingredienti funzionano meglio per i diversi dosha.

Di seguito sono riportati alcuni degli alimenti consigliati in base al tuo dosha specifico.

Pitta

  • Proteine: pollame in piccole quantità, albume d’uovo, tofu.
  • Latticini: latte, burro chiarificato, burro.
  • Frutta: frutti dolci completamente maturi come arance, pere, ananas, banane, meloni e mango.
  • Verdure: verdure dolci e amare, tra cui cavoli, cavolfiori, sedano, cetrioli, zucchine, verdure a foglia verde, patate dolci, carote, zucca e cavoletti di Bruxelles.
  • Legumi: ceci, lenticchie, fagioli mung, fagioli di lima, fagioli neri, fagioli rossi.
  • Cereali: orzo, avena, riso basmati, frumento.
  • Frutta a guscio e semi: piccole quantità di semi di zucca, semi di lino, semi di girasole, cocco.
  • Erbe e spezie: piccole quantità di pepe nero, cumino, cannella, coriandolo, aneto, curcuma.

Vata

  • Proteine: piccole quantità di pollame, frutti di mare, tofu.
  • Latticini: latte, burro, yogurt, formaggio, burro chiarificato.
  • Frutta: frutta completamente matura, dolce e pesante, come banane, mirtilli, fragole, pompelmo, mango, pesche e prugne.
  • Verdure: verdure cotte, tra cui barbabietole, patate dolci, cipolle, ravanelli, rape, carote e fagiolini.
  • Legumi: ceci, lenticchie, fagioli mung.
  • Cereali: avena cotta, riso cotto.
  • Frutta a guscio e semi: qualsiasi, comprese mandorle, noci, pistacchi, semi di chia, semi di lino e semi di girasole.
  • Erbe e spezie: cardamomo, zenzero, cumino, basilico, chiodi di garofano, origano, timo, pepe nero.

Kapha

  • Proteine: pollame in piccole quantità, frutti di mare, albume d’uovo.
  • Latticini: latte scremato, latte di capra, latte di soia.
  • Frutta: mele, mirtilli, pere, melograni, ciliegie e frutta secca come uvetta, fichi e prugne.
  • Verdure: asparagi, verdure a foglia verde, cipolle, patate, funghi, ravanelli, gombo.
  • Legumi: qualsiasi, inclusi fagioli neri, ceci, lenticchie e fagiolini.
  • Cereali: avena, segale, grano saraceno, orzo, mais, miglio.
  • Frutta a guscio e semi: piccole quantità di semi di zucca, semi di girasole, semi di lino.
  • Erbe e spezie: qualsiasi, inclusi cumino, pepe nero, curcuma, zenzero, cannella, basilico, origano e timo.

Alimenti da evitare

carne rossa

Ecco alcuni degli alimenti da limitare o evitare in base al tuo dosha.

Pitta

  • Proteine: carne rossa, frutti di mare, tuorli d’uovo.
  • Latticini: panna acida, formaggio, latticello.
  • Frutta: frutta acida o acerba, come uva, albicocche, papaya, pompelmo e amarene.
  • Verdure: peperoncini, barbabietole, pomodori, cipolle, melanzane.
  • Cereali: riso integrale, miglio, mais, segale.
  • Frutta a guscio e semi: mandorle, anacardi, arachidi, pinoli, pistacchi, noci, semi di sesamo.
  • Erbe e spezie: tutte le spezie non comprese nell’elenco precedente.

Vata

  • Proteine: carne rossa.
  • Frutta: frutta secca, acerba o leggera, come uvetta, mirtilli rossi, melograni e pere.
  • Verdure: qualsiasi verdura cruda, ma anche broccoli cotti, cavoli, cavolfiori, funghi, patate e pomodori.
  • Legumi: fagioli, come fagioli neri, fagioli rossi e fagioli marini.
  • Cereali: grano saraceno, orzo, segale, frumento, mais, quinoa, miglio.
  • Erbe e spezie: erbe amare o astringenti come prezzemolo, timo e semi di coriandolo.

Kapha

  • Proteine: carne rossa, gamberi, tuorli d’uovo.
  • Frutta: banane, noci di cocco, mango, fichi freschi.
  • Verdure: patate dolci, pomodori, zucchine, cetrioli.
  • Legumi: soia, fagioli, miso.
  • Cereali: riso, frumento, cereali cotti.
  • Frutta a guscio e semi: anacardi, noci pecan, pinoli, noci del Brasile, semi di sesamo, noci.

Conclusione

La dieta ayurvedica è un piano alimentare basato sui principi della medicina ayurvedica, una forma di medicina tradizionale indiana che risale a migliaia di anni fa.

La dieta prevede di consumare o limitare determinati alimenti in base al tuo dosha, o tipo di corpo, al fine di raggiungere un perfetto equilibrio energetico e supportare la consapevolezza.

Tuttavia, può essere fonte di confusione e restrittiva. Come per ogni regime alimentare, ti consigliamo di rivolgerti ad un nutrizionista o un medico ayurvedico per assicurarti di seguire la dieta più adatta alle tue esigenze.

Letture consigliate

Fonti e risorse

  • Yogini S. Jaiswal & Leonard L. Williams, A glimpse of Ayurveda – The forgotten history and principles of Indian traditional medicine.

  • B. SrourL. K FezeuE. Kesse-Guyot B. Allès, Ultra-processed food intake and risk of cardiovascular disease: prospective cohort study.

  • S. SharmaS. PuriT. AgarwalV. Sharma, Diets based on Ayurvedic constitution–potential for weight management.

Ultimo aggiornamento 2024-04-13 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari.

È una scelta consapevole per offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Contiamo sull’aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo questo portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale.

Ecco come puoi sostenerci:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *