Il Dio Brahma: Origini, Caratteristiche ed Energia

Brahma, il dio supremo della creazione, rappresenta l'origine di tutte le cose e la fonte della conoscenza universale.
brahma dio

Il dio Brahma è una figura centrale nell’induismo, dove viene venerato come il dio supremo della creazione. Anche se la sua popolarità è nei secoli passata in secondo piano rispetto a quella di Vishnu e Shiva, questo dio rimane un importante punto di riferimento nella mitologia indù, dove la sua energia nutre e completa quella degli altri due dei della Trimurti.

In questo articolo esploreremo il dio Brahma, le sue origini, la sua famiglia, la sua rappresentazione e l’energia che lo caratterizza.

Chi è il dio Brahma?

statua brahma

Il dio Brahma è uno dei tre principali dei della Trimurti, la trinità indù, insieme a Vishnu, il dio della conservazione, e Shiva, il dio della distruzione. In questa triade divina, Brahma rappresenta il principio della creazione.

È importante non confonderlo con Brahman, ovvero il principio supremo che precede ogni cosa. Brahma è infatti considerato un veicolo attraverso cui Brahman può manifestarsi.

Il nome Brahma (ब्रह्मा) deriva dalla radice sanscrita “brih”, che significa “espandere” o “allargare” e può quindi essere tradotto come “colui che espande”, in riferimento alla sua energia creatrice.

Brahma è infatti descritto come il “Padre dei Veda”, le antiche scritture indiane che costituiscono il testo sacro della religione indù. Nella tradizione yogica, Brahma è considerato la fonte della conoscenza universale e un simbolo di intelligenza e consapevolezza.

Come dio supremo della creazione, è responsabile per la creazione del mondo e di tutte le creature che lo abitano. È anche considerato il principio di purusha, ovvero l’anima universale, e associato alla creazione della sacra sillaba Om, che si ritiene incarni l’essenza dell’universo ed è spesso cantata nei rituali e nelle pratiche indù.

L’aspetto di Brahma

un dipianto di brahma

Brahma è solitamente raffigurato come un uomo anziano con quattro teste, che rappresentano la sua conoscenza e saggezza.

Il quattro è un numero fortemente simbolico nell’induismo, come espresso nei quattro Veda (raccolte di poesie e inni), i quattro yuga (“età”), i quattro varna (classi sociali), le quattro direzioni, i quattro stadi della vita (ashrama) e così via.

Di solito Brahma è mostrato con le mani aperte, in segno di benedizione e di protezione. Ha quattro braccia, che a seconda della rappresentazione possono reggere una ciotola per l’elemosina, un arco, un mala e un libro (spesso uno dei Veda, i testi sacri dell’induismo).

Può essere seduto o in piedi su un trono di loto, simbolo della purezza e dell’illuminazione, o sulla sua cavalcatura, un’oca. L’oca bianca viene spesso chiamata Hamsa o Hansa.

Nella tradizione indù, l’hamsa è un simbolo del divino ed è associato a virtù come purezza, bontà e buon auspicio.

Le dee Savitri e Sarasvati, rispettivamente dee di fedeltà e di musica e cultura, lo accompagnano frequentemente.

Brahma e la sua cavalcatura, l'oca Hamsa
Brahma e la sua cavalcatura, l’oca Hamsa

Le origini di Brahma

Associato al dio creatore vedico Prajapati, di cui assunse l’identità, Brahma fu una delle principali divinità dell’induismo dal 500 a.C. circa al 500 d.C., ma la sua popolarità venne gradualmente eclissata da Vishnu, Shiva e da altri dei.

Le origini del dio Brahma sono descritte in diversi testi, come i Purana e il Mahabharata.

Una delle leggende più conosciute riguarda la creazione del mondo da parte di Brahma. Secondo la leggenda, il mondo era originariamente immerso in un oceano di tenebre e Brahma nacque da un uovo d’oro emerso dall’oceano cosmico, che si divise in due metà. Da una metà emerse il cielo e dall’altra la terra.

In un’altra versione del mito, Brahma nacque da un fiore di loto che crebbe dall’ombelico del dio Vishnu.

Secondo altre leggende Brahma fu creato dall’essere supremo, noto come Brahman, che si manifestò nella Trimurti, un gruppo di tre divinità principali composto da Brahma, Vishnu e Shiva.

Le origini del concetto della Trimurti sono poco chiare e potrebbero essersi evolute nel tempo. È probabile che sia nata come un modo per riconciliare e sintetizzare le varie divinità e tradizioni che si trovano all’interno dell’induismo, che ha un pantheon complesso e diversificato.

La Trimurti potrebbe anche essere stata influenzata dai sistemi di credenze di altre culture, come gli antichi persiani, che avevano un concetto simile di tre divinità principali che rappresentano le forze del bene, del male e della neutralità.

Oggi non esiste un culto che adori esclusivamente Brahma, e pochi templi gli sono dedicati. Tuttavia, la maggior parte dei templi dedicati a Shiva o Vishnu contengono un’immagine di Brahma.

La famiglia di Brahma

trimurti

Il dio Brahma è sposato con Sarasvati, la dea della conoscenza e della musica.

Si dice che Brahma abbia diversi figli. Secondo una storia  il primo figlio di Brahma è il saggio Narada, nato dalla mente di Brahma. Narada è una figura venerata nell’induismo ed è noto per il suo ruolo di messaggero degli dei e di musicista itinerante.

Si dice che gli altri figli di Brahma includano i quattro Kumara, quattro saggi divini che si ritiene siano stati creati dal corpo di Brahma. I Kumara sono anche conosciuti come i “Quattro Figli Nati dalla Mente” e si dice che siano emersi dalla testa, dal petto, dalle cosce e dai piedi di Brahma. Si ritiene che i Kumara siano eterni e sono spesso associati alla conoscenza spirituale e alla saggezza.

È importante notare che le storie e i miti su Brahma e i suoi figli variano a seconda dei diversi testi e tradizioni all’interno dell’induismo, e ci sono molte versioni diverse di queste storie.

Conclusione

Brahma rappresenta l’energia della creazione e il potenziale illimitato che esiste in tutti noi per dare vita alle nostre idee e visioni.

L’energia di Brahma è una fonte di ispirazione e motivazione, ricordandoci che abbiamo il potere di plasmare il nostro destino e avere un impatto positivo sul mondo che ci circonda.

Sia che stiamo cercando di creare un nuovo progetto, costruire una carriera di successo o semplicemente portare più gioia e appagamento nelle nostre vite, l’energia di Brahma può fungere da guida e aiutarci a realizzare i nostri sogni.

Letture consigliate

Miti e dèi dell'India
  • Daniélou, Alain (Autore)

Ultimo aggiornamento 2024-03-04 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari.

È una scelta consapevole per offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Contiamo sull’aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo questo portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale.

Ecco come puoi sostenerci:

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *