Il Mantra So Ham: Significato, Storia e Benefici

mantra so ham
So Ham, anche conosciuto come il mantra del respiro, è un suono pregno di storia e significato, nonché uno strumento portentoso per la contemplazione.

Insieme al più diffuso Om (di cui abbiamo parlato in questo articolo), il mantra So Ham è tra i suoni più antichi, affascinanti e largamente utilizzati durante la meditazione nelle tradizioni mistiche dell’induismo e del buddismo.

In questo articolo scopriamo il significato, le origini e i benefici di So Ham, conosciuto anche come “il mantra del respiro”.

Significato del Mantra So Ham

io sono quello

So Ham, in sanscrito सो ऽहम् (scritto anche Soham, So’ham, So Hum o So’hum), è un mantra indù che può essere tradotto come “Io sono Quello” oppure “Io sono Lui”.

Deriva dalla radice sanscrita saḥ सः, che significa “lui” o “quello”, e da aham अहम्, che significa “io”.

Molti studiosi vedici interpretano il “quello” o “lui” della sillaba sah come l’Universo. Il mantra So Ham, infatti, ci invita a ricordare l’energia universale a cui tutti siamo collegati e che ci sostiene e nutre costantemente. Reitera il concetto di unità e il fatto che ognuno di noi è parte di un Tutto più grande.

L’idea di essere tutt’uno con l’Universo ci apre a sensazioni di sicurezza, protezione e supporto incondizionato. Questi sentimenti, veicolati tramite la ripetizione del mantra, ci aiutano ad allontanarci dall’ego e trovare un senso di unione e conforto nella nostra natura divina e collettiva.

So Ham è inoltre considerato un mantra universale, il che significa che chiunque può usarlo indipendentemente dalla propria fede o sistema di credenze. Questo perché si dice che So Ham sia il suono naturale del nostro respiro. Solo ascoltando attentamente il respiro in meditazione, infatti, possiamo percepire le due sillabe.

“Soham, Soham, Soham è il mantra del respiro. Questo non è un mantra religioso; questo è il mantra del respiro. […] Quando la tua mente si concentra sul respiro, spontaneamente il respiro inizia a cantare Soham, Soham.

– Pratyahara, Swami Niranjanananda Saraswati

Il mantra del respiro

respiro yoga

So Ham è un mantra alla portata di tutti, in quanto il suo suono sorge spontaneo con il respiro. In particolare, il suono “so” avviene durante l’inspirazione e “ham” durante l’espirazione.

A differenza di altri mantra, che vanno spesso cantati o ripetuti ad alta voce, So Ham nasce spontaneo dal respiro e viene ripetuto semplicemente concentrandosi sulla propria respirazione. Lo ripetiamo mentalmente immaginando il suono, fino a che esso non fluisce spontaneo.

So Ham, proprio per questa ragione, è conosciuto come il mantra del respiro.

Secondo la tradizione dello yoga, So Ham è il suono emanato dal Chakra del Cuore e può essere udito in uno stato di intensa consapevolezza.

Come si pronuncia So Ham?

viso di ragazza con gli occhi chiusi che respira

La ripetizione mentale del mantra è chiamata japa. In japa non vi è alcun coinvolgimento dei muscoli delle labbra, della lingua o della gola. Quando la ripetizione mentale diventa spontanea e senza alcuno sforzo, è chiamata ajapa japa o semplicemente la forma più alta di japa.

Anche se non viene comunemente enunciato ad alta voce, è bene comprenderne la pronuncia corretta di So Ham affinché lo si possa ripetere mentalmente con la giusta intonazione (che è un elemento chiave per l’efficacia dei mantra):

  • La “O” di So è chiusa, molto simile a quella dell’Om. La pronuncia della “O” è la stessa che troviamo nella parola “onda” o “olmo”, solo leggermente più allungata. Dovrebbe essere un suono vocale unico e puro.
  • La “H” di Ham non è muta come lo sarebbe in italiano. Si pronuncia appena, con una lieve aspirazione prima di “am”.
  •  “AM” si pronuncia esattamente come è scritto. Proprio come nell’Om, la “M” finale può essere allungata a seconda della durata dell’espirazione.

Ascolta la pronuncia del mantra So Ham:

Origini di So Ham

Il mantra So Ham è stato usato per migliaia di anni per identificarsi con la Realtà Universale.

Nel Tantra e nel Kriya yoga, So Ham è parte della meditazione ajapa japa – che implica una consapevolezza costante del mantra, senza cantarlo.

Si ritiene inoltre che So Ham sia una risposta alla domanda Koham (anch’essa un mantra), che significa “Chi sono io?”

L’universo risponde a questa domanda con So Ham, comunicando che “Sei uguale a me”.

Come combinazione di Sah e Aham, So Ham simboleggia anche il potere di Shiva e Shakti, che formano i poteri maschili e femminili dell’universo.

Swami Satyananda Saraswati menziona che alcune delle Upanishad dello yoga, come la Yogashiksha Upanishad, dichiarano che il respiro entra nel corpo con il suono di So e vi esce con il suono di Ham. Sebbene non si conoscano le esatte origini di questo mantra, è menzionato più volte nelle Upanishad vediche, facenti parte della più antica raccolta di testi spirituali in sanscrito, risalenti al periodo tra il 1500 e il 900 a.C.

Varianti di So Ham

cigno

So Ham può anche essere invertito, diventando Hamso. Quando è invertito viene chiamato haṁsa mantra.

Haṁsa in sanscrito significa cigno che, nell’induismo, è una figura simbolica per l’anima. Proprio come il cigno, le cui piume bianche rimangono candide anche nell’acqua sporca, l’anima è sempre sempre pura indipendentemente dall’esperienza umana della vita incarnata.

Si dice anche che l’haṁsa, il cigno, abbia la capacità di separare il latte puro da una miscela di latte e acqua. Questo simboleggia la capacità di discernimento di un maestro autorealizzato che è in grado di separare ciò che è reale (l’anima/atman/Brahman) da ciò che è irreale (il mondo materiale).

Meditare con il mantra So Ham

  • Siediti in una posizione comoda e stabile, mantenendo la schiena dritta. Puoi leggere di più sulle posizioni per la meditazione in questo articolo.
  • Chiudi delicatamente gli occhi e dirigi la tua vista interiore al punto tra le tue sopracciglia.
  • Rilassa sistematicamente tutto il corpo, facendo un breve body scan, ovvero concentrando la tua attenzione su una parte del corpo alla volta con l’intenzione di rilassarla.
  • Comincia a respirare usando la respirazione diaframmatica.
  • Comincia a ripetere mentalmente il mantra sincronizzandolo con il respiro. So inspirando, Ham espirando. È molto importante non forzare o modificare il respiro quando si ripete il mantra. Permetti semplicemente al mantra di seguire il ritmo naturale del respiro.
  • Sebbene all’inizio ripetiamo consapevolmente il mantra nella nostra testa, l’obiettivo è quello di arrivare ad uno stato in cui il mantra si ripete da solo, senza bisogno di un nostro sforzo cosciente. A quel punto lo stiamo semplicemente ascoltando, ed esso scorre con il respiro.

I benefici del mantra So Ham

donna medita in casa

La ripetizione mentale del mantra So Ham (o della sua variante Haṁsa) in sincronia con il respiro ci consente di entrare in un profondo stato di rilassamento e concentrazione, indispensabile per la pratica della meditazione. È anche un costante promemoria della nostra vera natura.

So Ham, insieme alla consapevolezza del respiro, aiuta a rallentare gradualmente il respiro e calmare il cuore fino a quando, alla fine, il respiro cessa. Questo è ciò che Patanjali chiama kevala kumbhaka, la naturale cessazione del respiro.

Alcuni insegnanti ritengono che il kevala kumbhaka si ottenga trattenendo con forza il respiro, o riducendo attivamente la CO2 nel sangue con diversi esercizi di respirazione, ma secondo la tradizione yogica la cessazione del respiro avviene naturalmente quando si ripetono So Ham o Haṁsa.

Quando il respiro diventa sempre più calmo, il metabolismo rallenta, la produzione di CO2 si riduce e l’attività cardiaca diminuisce. Alla fine, si arriva ad uno stato in cui non c’è più bisogno di respirare.

Inoltre, quando il respiro rallenta e il cuore diventa sempre più calmo, il prana, o forza vitale, viene ritirato dai cinque sensi. Ciò significa che lo stimolo esterno non ci distrae, quindi l’attenzione può essere diretta verso l’interno per andare sempre più in profondità nella meditazione.

Quindi la pratica del mantra So Ham aiuta a indurre prima lo stato di pratyāhāra (o ritiro dei sensi), permettendo alla mente di immergersi nel profondo senza che sia troppo distratta da sensazioni o pensieri. E, negli stadi più profondi, conduce al kevala kumbhaka, la completa cessazione del respiro.

Secondo Paramahansa Yogananda, è qui che inizia la vera meditazione.

Lo scopo di So Ham

donna medita con incenso

Oltre ai benefici fisiologici e mentali appena elencati, lo scopo principale del mantra So Ham è la realizzazione della nostra vera natura, che ci porta a riconoscerci come “Quello”, ovvero la Coscienza Suprema o Puro Sé.

So Ham impegna pienamente il potere del respiro per raggiungere il Divino Cosmico. È impossibile pensare ad altro mentre si ascolta il suono del proprio respiro al ritmo di So Ham.

Oltre a questo, è uno tra i mantra che puoi recitare in qualsiasi momento – mentre cammini, cucini, viaggi o anche al tuo posto di lavoro…. sempre e ovunque! Essendo un ajapa japa, ovvero “senza suono”, non hai neanche bisogno di ritirarti in un luogo dove nessuno possa sentirti.

Nella pratica di haṁsa, l’obiettivo del mantra è il Sé. Quando il mantra, la persona che recita il mantra e l’obiettivo del mantra diventano la stessa cosa, ottieni il frutto del mantra. 

– Swami Muktananda

Studi scientifici

Mantra meditazione trascendentale
Mantra meditazione trascendentale

Una ricerca scientifica del 2013 ha testato gli effetti della meditazione So Ham/Ajapa Japa su persone che meditano regolarmente. È stata eseguita una risonanza magnetica funzionale sia durante la meditazione che al di fuori di essa.

La risonanza magnetica funzionale misura l’attività cerebrale e rileva i cambiamenti associati al flusso sanguigno. Poiché il flusso sanguigno cerebrale e l’attivazione neuronale sono accoppiati, il flusso sanguigno aumenta nell’area del cervello che è in uso.

Questo studio ha rilevato che, durante i periodi di meditazione, è presente un’attivazione delle aree che corrispondono alla regolazione dello stato emotivo, dell’attenzione e della memoria, attivazione che non avviene al di fuori della meditazione.

Un altro studio dello stesso anno, condotto su 20 studenti universitari, ha testato i benefici del mantra So Ham sullo stress accademico.

Lo studio ha rilevato un calo di quasi il 20% dei livelli di stress post-test (rispetto ai livelli di stress pre-test) in una singola seduta di 20 minuti di meditazione So Ham.

Conclusione

So Ham è un mantra che aiuta la tua mente a connettersi con la propria natura divina e con il sé superiore.

Ha un duplice valore: da una parte il suo suono si connette al tuo respiro, dall’altra le parole da cui è composto hanno un significato profondo e mistico.

Può aiutare a regolare il ritmo del respiro, diminuire lo stress e allenare la tua consapevolezza. Restare in compagnia del tuo respiro, ascoltando il suo suono più divino e primordiale, è una delle forme più intime e profonde di meditazione che puoi sperimentare.

Letture consigliate

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari. È una scelta consapevole per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo questo portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale. Ecco come puoi sostenerci:

Altri post di Susanna Marsiglia
Il Mantra Om: Significato, Storia e Benefici
Se hai frequentato un corso di yoga, meditato in gruppo o visitato...
Continua a leggere
Unisciti alla Discussione

1 Commenta

  1. says: Sergio Mauri

    Complimenti e grazie. Un articolo avente il giusto grado di approfondimento.
    La sua chiarezza espositiva è esemplare.
    Sergio

Lascia un commento
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.