10 Metodi efficaci per liberarsi dai Pensieri Negativi

liberarsi dai pensieri negativi

Tutti noi siamo vittime dei pensieri negativi, specialmente in periodi stressanti dove ogni nostra certezza sembra crollare.

Un pensiero negativo può essere dettato da qualsiasi cosa: l’ansia per il futuro, un rimpianto o rimorso, la sensazione di non essere all’altezza di qualcosa, la tendenza a paragonarci agli altri, l’incertezza.

Nella società in cui viviamo questi schemi mentali sono considerati la normalità, ma spesso non ci rendiamo conto di quanto il pensiero negativo possa diventare un’abitudine pericolosa.

I pensieri, infatti, vengono continuamente assorbiti e processati dalla mente – e quando vengono ripetuti in continuazione possono evolversi in stati di ansia, depressione o comportamenti nocivi di cui è molto difficile liberarsi.

Perché è sbagliato reprimere i pensieri negativi

sciogliere nodi

Quando inizi a pensare in modo negativo potresti essere tentato di forzare quei pensieri fuori dalla tua testa, cercando di reprimerli per farli sparire. Ma questo approccio è spesso controproducente.

Combattere i pensieri negativi può effettivamente rafforzare quel modello di pensiero, peggiorando ulteriormente le cose. Più cerchi di non pensare a qualcosa, più finisci per pensarci.

È importante cercare di non demonizzare la negatività: si tratta invece di elaborarla e affrontarla. Ci sono alcune soluzioni ovvie, come eliminare le persone tossiche dalla nostra vita e concentrarci su attività che ci fanno sentire bene. Ma in questo articolo abbiamo raccolto dieci metodi efficaci e mirati per gestire meglio i pensieri negativi, fino a liberarcene quasi totalmente.

Dalla ricerca della fonte della tua negatività fino all’imparare a non combatterla, ecco alcune tecniche che puoi sfruttare fin da subito per eliminare l’energia negativa dalla tua vita.

Come liberarsi dai pensieri negativi: 10 tecniche efficaci

1. Cambia il linguaggio del corpo

accettazione

Prenditi un momento per osservare il tuo linguaggio del corpo. Sei curvo, chino o con una postura scorretta? Tendi a “chiudere” il tuo corpo al mondo, magari stringendo le spalle o camminando con la schiena curva? In tal caso, sarà più probabile che penserai negativamente. Un linguaggio del corpo improprio può abbassare la tua autostima e portare a una mancanza di fiducia. In questo stato emotivo, è naturale iniziare ad avere pensieri negativi.

Per sentirti al sicuro devi aprire la postura e imparare a sorridere di più. Può sembrarti strano, ma gli esperti hanno confermato che correggendo il linguaggio del corpo la mente si adatta di conseguenza. Sforzati di correggere la postura, aprire le spalle e sorridere più spesso. Potrebbe essere proprio quello che ti serve per iniziare a cancellare i pensieri negativi.

2. Parla dei tuoi pensieri negativi

piccole cose

A volte un pensiero negativo si manifesta perché ci sono problemi o emozioni che devi comunicare. Non è mai un bene tenerci tutto dentro: rischiamo di accumulare negatività e malcontento, fino a scoppiare nei modi peggiori possibili.

Se c’è qualcosa di cui hai bisogno parlare, dovresti farlo senza paura. Se nella tua vita non hai persone di cui ti puoi fidare, rivolgiti ad un terapista o a uno sportello di counseling psicologico. Trasformare i pensieri in parole li plasma e li rende visibili, aiutandoti a mettere i problemi in prospettiva e ad affrontarli in modo più efficace. Spesso ti aiuta anche a renderti conto di quanto ingigantiamo i problemi nella nostra testa.

3. Prova a svuotare la mente per cinque minuti al giorno

svuotare la mente

Quando la tua mente galoppa senza controllo, può essere difficile mantenere la calma. In questo turbinio di emozioni è molto più complicato tenere sotto controllo il flusso di pensieri, soprattutto quelli negativi. Cinque minuti di consapevolezza e concentrazione ogni giorno spesso sono sufficienti per cominciare a identificare i pensieri, catalogarli e, all’occorrenza, allontanarli per godersi qualche attimo di totale pace mentale.

La meditazione può essere molto utile a questo scopo e dovresti pensarla come una sorta di riavvio mentale: una volta che la mente è vuota e vigile, può essere riempita con qualcosa di più positivo.

4. Cambia il fulcro dei tuoi pensieri

ragazza perplessa

A volte il pensiero negativo è il risultato di una prospettiva sbagliata o di pregiudizi che ci trasciniamo dietro da anni. Fai caso a come interpreti gli avvenimenti che accadono intorno a te e a come la tua mente è portata a reagire. Ad esempio, invece di pensare: “Sto attraversando un periodo difficile e ho problemi”, potresti pensare: “Sto affrontando alcune sfide, ma sto lavorando per trovare soluzioni”.

Fondamentalmente stai dicendo la stessa cosa, ma la seconda frase ha un punto di vista più positivo. Spesso i nostri preconcetti e le nostre esperienza di vita limitano sensibilmente la capacità del cervello di guardare alle situazioni in modo oggettivo e obiettivo. Un piccolo cambiamento di prospettiva può fare una grande differenza nella gestione dei tuoi schemi mentali.

5. Sii creativo

creatività

Quando arrivano pensieri negativi, è molto utile trovare uno sfogo creativo per veicolarli fuori dalla tua testa.

Scrivi quello che senti. Disegna o dipingi qualcosa, o dedicati ad un’attività manuale. Esplorare le emozioni attraverso la creatività agisce come auto-terapia e migliora il tuo umore. La creatività può sembrare a tutti gli effetti una liberazione: quando elabori le tue emozioni attraverso una forma d’arte, rompi la dinamica abituale dei tuoi pensieri e ti sarà più facile comprenderli e controllarli.

6. Fai una passeggiata

camminare

Poiché i pensieri risiedono nella mente, è facile presumere che sia lì che si formano. Ma non è del tutto vero. A volte i nostri pensieri sono un prodotto del nostro ambiente. Ad esempio, se sei circondato da persone negative, è probabile che inizi anche tu a pensare in modo negativo.

Allontanarsi da questo ambiente può aiutare moltissimo, anche se lo fai solo temporaneamente. Fare una breve passeggiata quotidiana nella natura, in un parco o in un museo può risultare incredibilmente terapeutico. Il tempo che trascorri lontano dalle influenze negative ti fornirà una parentesi di tranquillità, aiutandoti a diradare la negatività che ti circonda.

7. Elenca tutto ciò di cui sei grato

gratitudine

Hai dimenticato tutte le cose belle intorno a te? A volte, nella routine quotidiana, perdiamo di vista le cose meravigliose che sono presenti nella nostra vita. Devi allenare la tua mente a tornare a concentrarsi su tutto il bene che accade intorno a te, esercitando la gratitudine.

Elenca tutte le cose per cui dovresti essere grato, non importa quanto piccole possano sembrare. Non dare nulla per scontato. A volte le cose migliori della nostra vita sono proprio davanti ai nostri occhi e non riusciamo a vederle. Smetti di essere cieco di fronte a tutte le benedizioni e le fortune di cui sei circondato.

8. Ricorda che alle persone non importa molto di ciò che dici o fai

respirare

È facile cadere nella trappola dei pensieri negativi quando ti focalizzi su ciò che le persone potrebbero dire o pensare di te e di ciò che fai. In questo modo annulli il tuo potere personale mettendolo nelle mani degli altri.

La verità è che quasi tutti non hanno molto tempo, attenzione o energia per pensare o parlare di quello che fai. Hanno già le loro paure e preoccupazioni, i loro stessi pensieri e le loro vite da gestire. Questa consapevolezza può aiutarti a liberarti dagli schemi dannosi e aiutarti a fare piccoli passi verso ciò che è importante per te, e non per chi ti circonda.

9. Metti in discussione il pensiero

conforto meditazione

Una cosa che mi piace fare quando un pensiero negativo cerca di iniziare a crescere nella mia mente è semplicemente mettere in discussione quel pensiero.

Mi chiedo: “Dovrei prenderti sul serio?”

Questo molto spesso mi porta a dire: “Beh, no, onestamente non dovrei”.

Perché in quel momento sono stanco. O affamato. O oberato di lavoro e negatività che può offuscare la mia mente. Forse mi sto concentrando troppo su un piccolo errore o su una brutta giornata, invece di focalizzarmi sull’altro 95% della mia vita che tende ad essere positivo.

A volte questa domanda mi aiuta a capire che solo perché ho commesso un piccolo sbaglio non significa che ho fatto male nel complesso. O che questa deviazione di rotta non significa che le cose peggioreranno e rimarranno così per molto tempo. Scelgo l’ottimismo e di fare piccoli passi avanti.

Fondamentalmente, questa domanda mi aiuta ad avere più controllo e mi porta di nuovo a una prospettiva equilibrata.

10. Sostituisci la negatività che ti circonda

umanità

Come abbiamo già detto, l’ambiente in cui viviamo influenza moltissimo i nostri pensieri.

Chiediti quali sono le 3 principali fonti di negatività nella tua vita. Potrebbero essere persone, siti web, riviste, social, musica e così via.

Domandati cosa puoi fare per limitare il tempo in cui ti esponi a queste fonti. Se non riesci a trovare il modo per farlo in questo momento, fai un passo più piccolo e concentrati solo su una di queste fonti, la più grande.

Quindi dedica il tempo che hai liberato questa settimana ad attività e persone più positive che sono già nella tua vita o che vuoi esplorare meglio.

Conclusione

I pensieri negativi sono qualcosa con cui ognuno di noi deve lottare, quindi non sentirti male quando ti rendi conto di averli. Ma anziché arrabbiarti con te stesso perché ti senti giù, accetta questi sentimenti e cerca di superarli.

Applicando i metodi che ti abbiamo consigliato in questo articolo riuscirai a ritrovare la pace mentale, riappropriarti del tuo potere personale e sfruttare tutti i benefici che l’ottimismo e il pensiero positivo possono portare nella tua vita. Ti invitiamo ad esplorare anche la pratica dello shadow work per guarire i tuoi demoni interiori ed estirpare la negatività alla radice.

Letture consigliate

Scritto da
Altri post di Raul Baqueiro

8 Esercizi Yoga per sbloccare il Secondo Chakra

Quando il secondo chakra Svadisthana, anche detto chakra sacrale, è perfettamente bilanciato e...
Continua a leggere

Un commento

  • Veramente un bellissimo articolo.
    Ho trovato spunti di riflessione diversi dal solito, profondi ma al tempo stesso pratici ed efficaci.
    La creatività per liberare le emozioni come forma di auto-terapia mi è rimasta molto impressa. È una pratica che inconsciamente avevo sperimentato, ma senza comprenderla a fondo.
    Un sincero ringraziamento all’autore a cui rivolgo la mia gratitudine per aver trasmutato stamattina le mie emozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *