Meditazione Guidata: Torna a te Stesso

In questa meditazione guidata potrai entrare in contatto con il tuo Sé più profondo, superando le sovrastrutture e limitazioni della mente.
Riproduci video

Trascrizione

Esiste una sola persona al mondo dalla quale non potrai mai allontanarti.
Quella persona sei tu.
In questa meditazione ti immergerai in te stesso, tornando a te e alla tua vera identità. Sarà un viaggio unico attraverso il tuo Io, superando le sovrastrutture della mente.

Mettiti comodo, sedendoti su una sedia, un cuscino o una superficie che possa sostenerti senza fastidi. Tieni la schiena dritta, rilassa le spalle e ruotale leggermente all’indietro per aprire il petto.
Appoggia le mani sulle cosce o sulle ginocchia, tenendole rilassate.
Abbassa leggermente il mento e chiudi o socchiudi gli occhi.

Respira, senza forzare nulla. Lascia che sia il tuo respiro a dettare il suo ritmo naturale, a modificarlo e adattarlo come il tuo corpo desidera. La mente deve solo osservare.
Non devi fare altro ora. Solo respirare e lasciarti andare totalmente a questo processo.

Focalizza ora la tua attenzione sui tuoi piedi, come se tutta la coscienza e consapevolezza fosse concentrata in questa parte del corpo.
Senti il leggero formicolio che li attraversa quando focalizzi la tua attenzione su di loro.
Il tuo corpo è costantemente vivo e attraversato da infiniti flussi di energia sottile, ma quando viviamo nella mente e nei pensieri ci dimentichiamo di dedicargli la dovuta attenzione.
Qualsiasi emozione o sentimento negativo non esiste nei tuoi piedi. Il tuo corpo è al sicuro e non è in pericolo. E puoi sempre tornare a lui quando la mente cerca di portarti in un luogo di ansia, paura o rabbia.

Prenditi un momento per assaporare le sensazioni del tuo corpo e portare la tua consapevolezza a tutti i processi e le energie che lo attraversano, percependo ogni più piccola sensazione.

Questa è la tua base sicura, la tua casa.
Ringrazia il tuo corpo per ciò che fa per te.

Ora fai caso a ciò che sta accadendo nella tua mente. Infiniti pensieri, idee, promemoria e ricordi in questo momento la stanno affollando e stanno competendo per la tua attenzione.
Per un minuto, cerca di monitorare tutti i pensieri che affiorano nella tua testa senza focalizzarti su nessuno di essi, semplicemente lasciando che fluiscano e si diramino davanti a te come diapositive su uno schermo.

Osservando i pensieri, capisci di non essere i tuoi pensieri.
Qualsiasi cosa possiamo osservare, non è parte di noi.
Molte persone fanno l’errore di identificarsi coi propri pensieri, di riporre tutta la loro identità e il loro senso di soddisfazione in questo infinito flusso di diapositive che la mente genera.
Ma non è così.

Esiti al di là dei pensieri. Esisti come osservatore, testimone di questi eterni flussi di coscienza.
Ma la tua coscienza è a un livello più profondo e autentico.
Proviamo insieme a portarla a galla.

Immagina per un momento che questo schermo di pensieri, sovrastrutture, doveri e incombenze scompaia. Immaginalo dissolversi davanti a te, rivelando ciò che esiste al di là di esso.

Il tuo Io più profondo.
La persona che sei davvero.
Immagina di rivelarti pian piano, strato dopo strato.
Comincia liberandoti dello strato composto da ciò che fai. Il tuo lavoro, il tuo ruolo nella tua famiglia, nella società, la tua lista di cose da fare. Queste identità, queste etichette e questi doveri non sono ciò che sei. Rimuovi questo strato.

Continua con lo strato composto da ciò che ti blocca. Ansie, traumi, paure, insicurezze, dipendenze. Questi sono costrutti della mente, frutti delle tue esperienze passate e degli insegnamenti che ti sono stati dati. Rimuovi questo strato.

Prosegui con lo strato composto da ciò che gli altri pensano di te. I modi in cui ti descrivono, gli aggettivi che ti associano, le critiche e i complimenti. Nulla di tutto questo parla di chi sei, ma solo del riflesso che hai nella vita degli altri. Rimuovi questo strato.

Ora che questi strati non esistono più, cosa vedi? Cosa provi?
Prenditi un momento per conoscere questa persona, per descriverla senza lasciarti influenzare dagli strati che hai rimosso.

Cosa la motiva?
Cosa la rende felice di essere viva?
Quali sono le sue gioie più grandi, i suoi desideri più autentici?

Questa persona sei tu.
La tua essenza più profonda e vera.
Trascorri un minuto con questa persona, perché esiste da sempre. Spesso però è seppellita dagli strati che hai appena rimosso e la sua luce viene spenta.

Ritrovando la connessione con il tuo corpo e con la tua essenza, puoi sempre tornare a te stesso.
Il corpo è la casa che ospita il tuo Io.
La mente è un altro inquilino di questa casa, ma non sei tu.

Rimani in silenzio, a contatto con queste sensazioni, ancora per un po’.
Assapora e conosci te stesso.

Quando ti senti pronto, riporta delicatamente l’attenzione sulla stanza in cui ti trovi. Comincia a muovere lentamente le dita di mani e piedi e, quando vuoi, riapri gli occhi.

Spero che questa esperienza ti abbia regalato un nuovo modo di vedere la tua vita.

Tutti i diritti riservati.

Queste meditazioni guidate sono un’esclusiva di MeditazioneZen.it. Sono fornite per uso personale e non commerciale.

Qualsiasi utilizzo delle meditazioni guidate al di fuori di questo scopo, inclusa la riproduzione, la distribuzione, la trasmissione, la modifica, la pubblicazione, il caricamento, la concessione in licenza, la vendita, o l’uso delle registrazioni per qualsiasi scopo commerciale senza il previo consenso scritto di Meditazionezen.it è strettamente proibito.

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari.

È una scelta consapevole per offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Contiamo sull’aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo questo portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale.

Ecco come puoi sostenerci:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *