Meditazione, Yoga e Stress: Come queste pratiche lo eliminano

benefici dello yoga e della meditazione

Si sente spesso parlare di meditazione, yoga e stress come tre elementi fortemente interconnessi tra loro.

Sempre più esperti, infatti, annoverano queste pratiche tra le attività che sono in grado di abbassare sensibilmente lo stress senza l’ausilio di farmaci. In questo articolo scopriamo in che modo la meditazione e lo yoga agiscono sullo stress e lo eliminano a livello fisiologico.

Sia che pratichiate la meditazione o lo yoga da anni, sia che vi siate avvicinati solo di recente a queste meravigliose discipline, è impossibile non rimanere affascinati dai numerosi effetti benefici che portano nelle nostre vite.

Non si tratta infatti di pratiche fini a sé stesse. Uno dei motivi per cui lo yoga è diventato così popolare è che molti appassionati di salute e fitness tramite una semplice routine quotidiana composta da una sequenza di asana hanno ridotto significativamente i loro livelli di stress.

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Immunology conferma ciò che gli appassionati di yoga hanno affermato per anni: le pratiche ascetiche che coinvolgono mente e corpo come lo yoga, la meditazione e il tai chi riducono lo stress a livello molecolare e possono anche abbassare il rischio di malattie e depressione. Scopriamo come.

Perché siamo stressati?

Prima di scoprire i risultati innovativi di questo studio, vediamo nel dettaglio come il nostro corpo genera lo stress e quali sono le sue cause scatenanti.

citochine
citochine

Quando siamo esposti ad un evento stressante, il nostro corpo attiva il sistema nervoso simpatico, responsabile della reazione detta “di fuga o di lotta” (fight or fly). Quando attivata, aumenta la produzione di una molecola denominata NF-kB. Questa molecola combatte lo stimolo negativo attivando i geni per produrre una proteina ​​chiamata citochina, che provoca infiammazione a livello cellulare.

Perché questa reazione è così importante? Mentre il processo infiammatorio è molto efficace nel breve termine, se lo stress persiste questa infiammazione permane nel tempo e può portare ad un rischio più elevato di contrarre alcune malattie, compresi i tumori, oltre a indurre un invecchiamento accelerato e renderci più tendenti alla depressione. È interessante notare che gli autori dello studio hanno scoperto che questo processo infiammatorio avrebbe avuto un ruolo importante nella nostra preistoria da cacciatori-raccoglitori.

“In quanto ha collegato la risposta di fuga o di lotta ad un’espressione genetica pro-infiammatoria in grado di fornire protezione quando vi era un maggior rischio di contrarre infezioni batteriche da ferite.”

Meditazione, yoga e stress: come si svolge il processo

Anche se questo meccanismo funzionava a meraviglia quando il nostro stress esisteva nel mondo primitivo (pensiamo all’esempio di essere attaccati da un animale selvatico), “nella società odierna, dove lo stress è innanzitutto il risultato di minacce psicologiche, questa risposta è controproducente in quanto spiana la strada a malattie legate all’infiammazione, sia psichiatriche che fisiche”.

I risultati dello studio hanno provato scientificamente che le persone che praticano discipline fisiche e spirituali come lo yoga e la meditazione riscontrano una diminuzione dell’espressione genetica pro-infiammatoria. “Milioni di persone in tutto il mondo godono già dei benefici di pratiche come yoga o meditazione, ma ciò che forse non realizzano è che questi benefici iniziano a livello molecolare e possono cambiare il modo in cui il nostro codice genetico reagisce agli stimoli”, ha affermato la ricercatrice Ivana Buric del Brain, Belief and Behavior Lab presso il Centro per la Psicologia, il Comportamento e l’Autorealizzazione dell’Università di Coventry.

Queste attività [lo yoga e la meditazione, ndr] stanno lasciando ciò che chiamiamo una firma molecolare nelle nostre cellule, che inverte l’effetto che lo stress o l’ansia esercitano sul corpo, cambiando il modo in cui i nostri geni si esprimono. Detto semplicemente, le pratiche ascetiche inducono il nostro cervello a guidare i nostri processi cellulari lungo un cammino che migliora il nostro benessere.

Nonostante esistano molti altri fattori ai quali può essere attribuito un abbassamento dei livelli di stress e di infiammazione (come il riposo e una dieta sana) e ulteriori ricerche devono ancora essere condotte sul tema, questo risultato è sicuramente incoraggiante per chi sta pensando di intraprendere un percorso di meditazione o yoga e ha bisogno di una valida (e scientifica!) motivazione per iniziare.

Se siete curiosi di scoprire ben altri 76 benefici della meditazione dimostrati dalla scienza potete farlo nel nostro articolo di approfondimento, a questo link.

Lettura consigliata

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari. È una scelta consapevole, per rendere la meditazione alla portata di tutti e offrirti una migliore esperienza di navigazione. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo il nostro portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale. Ecco come puoi sostenerci:

Scritto da
Altri post di Serena Poli
Il perdono
Il perdono è la chiave della felicità. Imparare a dire “Scusa, ho...
Continua a leggere
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *