Come creare il tuo Spazio per la Meditazione (anche in una casa piccola)

spazio per la meditazione

La calma mentale è un obiettivo sempre più arduo da raggiungere.

Alcuni giorni, magari dopo aver pulito la cucina o cambiato le lenzuola, le nostre case sono rilassanti e accoglienti.

In altri momenti, sentirci calmi potrebbe significare ignorare i piatti nel lavandino e ritagliarci un momento solo per noi.

Qualunque sia il tipo di giornata che stai vivendo, puoi creare un clima di calma e pace semplicemente dedicando un piccolo angolo della tua casa alla meditazione, la quiete e la contemplazione.

Anche se vivi in un appartamento minuscolo e non hai a disposizione molto spazio libero, bastano solo pochi elementi per creare il “tuo” luogo dedicato al relax, che ti faccia sentire calmo e quieto ogni volta che ti siedi in quell’area della casa.

Ecco alcuni suggerimenti su come creare il perfetto spazio per la meditazione, senza eccessive spese e con pochi e semplici accorgimenti.

Spazio per la meditazione: Perché è importante?

uomo medita in un angolo della sua casa dedicato alla meditazione

Il modo in cui la nostra mente lavora è affascinante: senza rendercene conto a livello conscio, aspetti come un luogo, un colore, un sapore, un odore o persino una forma vengono associati a determinate emozioni e ricordi.

Tutti noi lo abbiamo sperimentato in prima persona: assaggiando un piatto della nostra infanzia, la nostra memoria olfattiva ci riporta immediatamente ai luoghi e alle persone che ci hanno accompagnato quando eravamo bambini.

Una particolare canzone fa viaggiare la nostra memoria ad un momento triste o felice del passato, mentre una fragranza ci trasporta verso il relax oppure ci energizza.

Chi durante la pandemia ha dovuto lavorare in smart working si è reso conto di quanto l’ambiente che ci circonda influenzi anche la nostra produttività.

Lo stesso discorso si può applicare alle attività come yoga e meditazione. Dedicando un preciso luogo a queste pratiche, la nostra mente si adatterà spontaneamente all’ambiente e ai suoi stimoli, cominciando a rilassarsi ed entrare in uno stato di calma non appena ci avviciniamo a quella stanza o quell’angolo della casa.

Ovviamente la meditazione non dev’essere vincolata ad un luogo: possiamo meditare nei parchi, sugli autobus, anche su una nave se lo vogliamo. Ma per renderla una pratica regolare, è davvero essenziale avere uno spazio in casa che ci faccia sentire calmi e pienamente presenti.

Inizia dalle basi

cuscino e tappetino meditazione

C’è solo un requisito quando si tratta di meditazione: tutto ciò di cui hai bisogno è un posto comodo dove sederti.

E se il luogo dove ti siedi ha spazio per un bicchiere d’acqua, il tuo telefono (o un altro tipo di timer), e forse una candela, una pianta o un altro oggetto con buone vibrazioni, ancora meglio.

Il mio luogo di meditazione è un cuscino zafu circondato da comode coperte e cuscini, e ho un altare allestito con piante, candele, cristalli e piccoli oggetti che mi ricordano i miei cari che non ci sono più.

Proteggi il tuo spazio

candela chakra

È capitato a tutti noi di imbarcarci in un nuovo hobby, sport o pratica per poi abbandonarlo dopo pochi giorni o settimane.

Creare uno spazio speciale per i rituali come la meditazione li rende immensamente più facili da seguire e coltivare nel tempo, trasformandoli in salde abitudini quotidiane.

Se il tuo cuscino da meditazione è sempre ricoperto dai panni sporchi da lavare, non è così probabile che mediterai tutti i giorni.

Se chiunque può avvicinarsi al tuo angolo dedicato alla meditazione e creare disordine o disturbarti, è difficile che la tua mente si sentirà rilassata e pacifica in quel luogo.

Avere una solida intenzione riguardo alle abitudini che vuoi coltivare è il 90% del lavoro. Il resto è solo sedersi e respirare.

Quindi impegnati a mantenere pulito, accogliente e sgombro il tuo spazio per la meditazione e chiedi a chi vive con te di rispettare quel luogo e la tua privacy.

Crea una routine che ami

routine meditazione

Pensa alla tua pratica di meditazione come a un’opportunità per assaporare i piccoli momenti speciali di ogni giornata, che spesso ci sfilano davanti senza che ce ne accorgiamo.

Io mi accomodo sul mio cuscino, prendo qualche minuto per appuntare le mie sensazioni su un diario, accendo una candela (consiglio: prova la nostra candela Tao, è fenomenale per il relax!), poi comincio la mia meditazione.

Se è stata una giornata particolarmente stressante o ho bisogno di un po’ di calma in più, preparo una tazza di tè o una tisana e la lascio raffreddare alla temperatura perfetta mentre medito, poi la sorseggio riflettendo sulla mia giornata o stabilendo la mia intenzione per il giorno successivo.

Ultimamente sto ruotando tra la tisana del settimo chakra (alla quale aggiungo un cucchiaino di miele di acacia) e quella del primo chakra. Questa combinazione mi aiuta a radicarmi alla terra ed elevare al contempo il mio spirito.

Datti un po’ di tregua

meditare con una candela

…o, come dice Kira, sii gentile con te stesso.

Questo è forse il punto più importante. La vita si mette in mezzo, soprattutto quando si inizia a coltivare una nuova abitudine.

Ci saranno sempre le “giornate no” nella meditazione, ci saranno pratiche piene di distrazioni e sessioni che ci sembreranno infinite o poco produttive. Ma questo non significa che la meditazione non ti sta aiutando.

Per me, il solo fatto di sedermi nel mio luogo speciale, di aver dedicato uno spazio della mia casa alla meditazione, mi aiuta a fuggire dai pensieri invasivi ad entrare in un clima di contemplazione e pace. A prescindere da come sarà la mia meditazione quel giorno.

A volte mi siedo semplicemente in quello spazio senza meditare e mi rilasso ascoltando un po’ di musica o leggendo un romanzo. È il mio luogo speciale che mi riporta al qui e ora.

Se salti alcuni giorni di pratica, tornaci quando puoi. Non esiste la perfezione, nella meditazione così come nella vita.

Se fatichi a seguire una routine e hai bisogno di un percorso guidato per stabilire l’abitudine di meditare quotidianamente, puoi dare un’occhiata al nostro corso online di meditazione.

Prodotti che ti consiglio per il tuo angolo da meditazione

candela tao

  • Cuscino zafu o sgabello da meditazione. Se non sei sicuro di quale sia il più adatto a te, fai qualche prova con un cuscino normale. Ti trovi meglio sedendoti a gambe incrociate o in ginocchio? Se preferisci la posizione a gambe incrociate, opta per lo zafu. Se ti trovi meglio in ginocchio, prediligi lo sgabello.
  • Profumatore per il cuscino da meditazione (io uso quello del settimo chakra). Il profumatore aiuta a tenere il cuscino e l’ambiente gradevolmente profumati con elementi naturali e non chimici. Se un giorno dimentico di accendere la mia candela (o semplicemente non mi va di farlo), l’aroma del profumatore mi garantisce sempre e comunque che la mia memoria olfattiva mi trasporti verso il relax.
  • Candela settimo chakra. La mia preferita tra quelle dei chakra, ideale per la meditazione. È fatta con cera di soia, quindi non libera elementi tossici nell’aria.
  • Candela Tao. L’aroma, il leggero crepitio dello stoppino in legno e il potere dei cristalli sono tutti elementi fantastici per una meditazione completa, soprattutto per chi ha poco spazio in casa.
  • Mala. Se pratichi la meditazione mantra è un accessorio essenziale, ma a me piace tenerlo anche solo come elemento decorativo. Adoro indossarlo mentre medito, mi fa sentire protetta.
  • Cristalli. Scegli quelli che intuitivamente attirano la tua attenzione. Ti consiglio la lettura del nostro articolo sulla cristalloterapia. Puoi acquistarli dalla nostra amica Chiara (La Bancarella Olistica).
  • Piante. A seconda del punto della casa in cui crei il tuo spazio per la meditazione, scegli piante che si adattino a quel tipo di ambiente. Se è una stanza molto illuminata, le piante grasse sono perfette. Se c’è poca luce, scegli piante che possono resistere in penombra. Le piante, insieme ai cristalli, aiutano a portare un elemento “vivo” nel tuo spazio e a infonderlo di energia.
  • Se hai bisogno di consigli sui colori da scegliere nel tuo spazio per la meditazione, ti consiglio la lettura del nostro articolo dedicato ai colori per la meditazione.

Come vedi non è necessario avere a disposizione intere stanze o spendere una fortuna per creare un piccolo angolo dedicato alla contemplazione. Bastano davvero pochi accorgimenti per promuovere una mente più chiara, libera e presente.

Quali elementi hai scelto per il tuo “angolo zen”? Faccelo sapere nei commenti!

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari. È una scelta consapevole per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo questo portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale. Ecco come puoi sostenerci:

Altri post di Chiara Moretti
Training Autogeno: Origini, Benefici, Esercizi per il rilassamento
Il training autogeno è una tecnica di rilassamento sviluppata agli inizi del...
Continua a leggere
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.