Gratitudine: 7 esercizi per coltivarla ogni giorno

donna con le mani giunte pratica la gratitudine

Quante volte abbiamo sentito dire che la felicità è un attimo?

Ci siamo convinti di doverla inseguire per poi vederla andare via  e ci siamo rassegnati ad un perenne stato di insoddisfazione. Ma deve essere per forza così?

Immagina di avere la chiave per poter vivere una vita felice. Di saper assumere un atteggiamento positivo verso il mondo che ti aiuti ad essere appagato anche nei momenti di difficoltà. 

Pensi sia complicato? 

Niente di più sbagliato: la felicità è qualcosa di semplice che si trova nelle piccole cose, proprio quelle che di solito tendiamo a sottovalutare. Ed è imparando ad essere grato che ti sentirai più appagato e soddisfatto. 

Molto spesso è il nostro stesso atteggiamento a renderci infelici. 

Lamentele, confusione e pensieri negativi sono spesso alla base della nostra frustrazione, ma a differenza di quello che sei abituato a credere puoi allenare il cervello alla gratitudine, scegliendo consapevolmente di essere felice. 

Il trucco sta nel modo in cui affronti ciò che la vita ti propone. 

Focalizzarti su quello che non hai e su ciò che non va come vorresti, non fa altro che alimentare la tua insoddisfazione. Mentre imparare a ringraziare per ciò che ti circonda ti aiuterà a sentirti appagato e aumenterà il tuo benessere psico-fisico. 

In poche parole: più ti eserciti ad essere grato e più la sensazione si presenterà in modo spontaneo. 

Supponi che la felicità sia un muscolo da poter allenare con dedizione, al quale ci si debba dedicare ogni giorno perché possa funzionare al meglio delle sue capacità.

Come puoi farlo?

Con poche semplici pratiche quotidiane. 

Ecco quindi sette esercizi per coltivare la gratitudine.

7 pratiche per coltivare la gratitudine giorno dopo giorno

1) Trova almeno tre cose di cui essere grato

mani di donna che scrivono su un diario della gratitudine

Ogni sera scrivi tre cose positive che ti sono successe nell’arco della giornata. Concentrati su eventi semplici, non deve essere nulla di eccezionale: la telefonata di un amico, una passeggiata, il caffè al bar o qualunque avvenimento tu abbia sinceramente apprezzato. 

Questo ci aiuta a focalizzarci su ciò che di positivo è accaduto durante il giorno e dare la giusta attenzione ai successi quotidiani. Con il passare del tempo sarà sempre più facile per la nostra mente riconoscere i momenti per cui essere grato. 

In sostanza, soffermandoci sulle cose positive alleniamo la nostra mente a riconoscerle mentre accadono e ad apprezzarle in modo spontaneo. 

2) Impara a dire grazie

grazie

Focalizzati sulle persone che hanno reso piacevole la tua giornata o hanno fatto qualcosa per te e che non hai mai ringraziato. Soffermati sui piccoli gesti, quelli inaspettati, e coltiva la gentilezza con un semplice grazie. Questo non solo rinforzerà i tuoi rapporti sociali, ma soffermarti su ciò che gli altri fanno per te ti aiuterà a sentirti amato ed apprezzato.

Inoltre donare felicità attrarrà altra felicità. 

3) Cambia modo di comunicare

tra ragazzi parlano tra loro

Le parole che usiamo hanno un valore molto importante nella nostra vita, dal momento che influenzano il nostro modo di pensare. 

Osserva come ti poni nei confronti degli avvenimenti, cercando di abbracciare un atteggiamento di apprezzamento, piuttosto che di critica. C’è sempre una lezione da imparare anche nelle situazioni che sembrano senza speranza.

Presta attenzione a quanto tempo passi a lamentarti o a criticare e, quando ti accorgi di essere immerso in pensieri negativi, prova a riformulare la frase donandole un’accezione positiva. 

Fallo materialmente.

Prova a fare qualche complimento in più. Non aver paura di essere gentile. E smetti di chiedere scusa per ogni cosa, ma prova a dire grazie.

Per esempio: al posto di “Scusa, sono in ritardo” puoi provare con “Grazie per avermi aspettato.” 

Ti farà sentire meno in colpa e renderà il tuo interlocutore protagonista. 

4) Allena la meraviglia

mani tengono dei piccoli fasci di uce al tramonto

Ogni giorno siamo circondati da bellezza che diamo per scontata: i comfort, i piccoli gesti quotidiani, gli affetti.

Prova a concentrarti sulla meraviglia che è racchiusa nelle cose più semplici e allena la tua vista alla gratitudine: “Com’è bello il rumore della pioggia in questa giornata autunnale”, “Avendo perso il bus posso camminare e scaricare la tensione della giornata.”

Riuscire a stupirsi anche quando non vi è nulla di nuovo renderà la tua mente più ricettiva nei confronti delle sensazioni positive.

5) Condividi la gratitudine

Si sa che ogni esperienza è migliore se viene condivisa con qualcuno a noi caro. Trova quindi un amico motivato come te a coltivare la gratitudine e allenatevi insieme. 

Come? Potete scegliere di mandarvi un messaggio ogni volta che notate qualcosa per cui ringraziare, oppure di incontrarvi a cadenza regolare e leggere insieme le annotazioni che avete preso quotidianamente. Potreste domandarvi a vicenda cosa vi è successo di positivo in quella giornata, oppure chi è stato gentile con voi.

Condividere la gratitudine non solo amplificherà le emozioni positive date dal confronto con gli altri, ma ti aiuterà a cambiare prospettiva osservando il mondo con occhi diversi. 

Inoltre prendere un impegno con qualcuno ti rende più responsabile e ti incoraggia a portare a termine l’obiettivo per tenere fede alla promessa. Ti aiuta a ricordartene e ad essere più costante.  

6) Cambia prospettiva

accettazione

È inevitabile collezionare anche momenti negativi. Ed è normale che la nostra vita sia costellata di preoccupazioni. Alle volte però, può tornare utile guardarsi alle spalle e rendersi conto che quello che ci angosciava in passato alla fine si è risolto e magari ci ha anche arricchiti. 

Possiamo annotare le esperienze che ci provocano sofferenza o ansia e rileggerle dopo qualche settimana, soffermandoci su come siamo stati in grado di superare le difficoltà e su come abbiamo risolto il problema. Potremo riflettere su cosa ci hanno insegnato, come ci hanno cambiato e cosa abbiamo imparato, ricordandoci che anche un imprevisto può contenere un messaggio positivo. 

7) Non lamentarti

donna si tiene la testa tra le mani in preda alla frustrazione

La tendenza umana a desiderare di ottenere quello che si pensa di volere (o di meritare) ci porta spesso in una condizione di insoddisfazione di cui è naturale lamentarci. Molto spesso tendiamo infatti ad assumere un atteggiamento vittimista nei confronti della vita che non ci rende protagonisti. 

Prova a non lagnarti di ciò che ti affligge per un intero giorno. Non esprimere ad alta voce quello che ti affligge, al massimo annotalo su una pagina. Questo aiuterà la tua mente a rimanere lontana da pensieri negativi e potrà aiutarti a notare di quante cose futili ti saresti lamentato.

Ripetendo questo esercizio nel tempo alleneremo il nostro cervello a distaccarsi da pensieri nefasti lasciandoli andare, ci aiuterà ad osservare le difficoltà senza esserne travolti e senza lasciarci abbattere da quello che non possiamo controllare. 

Lo straordinario potere della gratitudine

Ora che conosci i benefici della gratitudine e sai come esercitarla, non ti resta altro che iniziare

All’inizio può sembrarti difficile, ma come ogni abitudine ha solo bisogno di perseveranza e tanta pratica: più lo fai, più diventa facile

Allena la tua gratitudine ogni giorno e non demordere, anche quando ti sembrerà difficile.

Non hai bisogno di eventi speciali per cui essere grato, perché ogni giorno si può trovare un buon motivo per ringraziare. 

Vuoi una vita felice? Allora non affidare la tua felicità a fattori esterni.

La felicità è qualcosa di intimo e personale e solo tu puoi prendertene cura

Conclusione

Coltivando la gratitudine ogni giorno e assumendo un atteggiamento di stupore e sorpresa nei confronti della vita tu scegli di essere felice, ti assumi la responsabilità di esserlo e questo ti rende potente e consapevole

Come dice il Buddha:

“C’è sempre qualcosa di cui essere grati. 

Sii sempre riconoscente per gli affetti e le persone che già hai vicino a te. 

Un cuore grato ti rende felice.”

Letture consigliate

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari. È una scelta consapevole, per rendere la meditazione alla portata di tutti e offrirti una migliore esperienza di navigazione. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo il nostro portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale. Ecco come puoi sostenerci:

Unisciti alla Discussione

1 Commenta

  1. says: ELISA

    Tutto molto chiaro e costruttivo.
    Solo un piacere se possibile correggere quell’errore di digitazione (annotare e non annottare) renderebbe perfetto anche nella forma un concetto già intonso di suo.
    Grazie per il tempo e complimenti per il messaggio.
    Elisa

Lascia un commento
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *