Come la Mentalità di Crescita può Sbloccare i tuoi Limiti

Esploriamo l'importanza della mentalità di crescita, perché ci porta al successo, come si forma nella nostra infanzia e come coltivarla attivamente.
mentalità di crescita

Ognuno di noi, nella sua unicità, è dotato di intelligenza e talento.

Ma, allo stesso tempo, esistono persone motivate e di successo e persone che invece sembrano non riuscire mai a raggiungere i propri obiettivi.

Anche se trascuriamo il contesto culturale, le classi sociali e le possibilità economiche, possiamo trovare comunque con facilità due individui che, partendo dalla stessa situazione di base, progrediscono in modi molti diversi nel perseguimento dei propri traguardi.

Qual è la differenza?

In questo articolo scopriamo perché la mentalità di crescita, o mentalità di apprendimento, è un principio fondamentale per crescere e realizzarci.

Tutto parte dai complimenti

una bambina che disegna

Ti chiedo di viaggiare per un minuto nella tua memoria: quando eri bambino, in che modo ti facevano i complimenti gli adulti intorno a te quando facevi un bel disegno, prendevi un bel voto a scuola, oppure ti comportavi bene?

Può darsi che ti dicessero “sei molto intelligente”, “hai un talento naturale”, “sei più bravo dei tuoi compagni di classe”.

Oppure potrebbero averti detto “hai fatto un bellissimo disegno”, “complimenti per aver preso un bel voto” o “ti sei comportato benissimo”.

Magari questi esempi ti sembrano identici nel loro contenuto, ma ti assicuro che non lo sono.

Prova a ricordare un’altra cosa: quando, al contrario, prendevi un brutto voto oppure ti comportavi male, come venivi sgridato verbalmente?

Ti dicevano forse “sei un fallimento”, “non sei in grado di fare queste cose”, “non capisci niente”?

O magari ti veniva detto che “non ti sei impegnato abbastanza”, “non hai studiato”, “non hai capito come ci si comporta”?

Se ci hai fatto caso, nel primo esempio l’attenzione è focalizzata su tratti immutabili della persona.

Sei intelligente, sei bravo. O ancora, non sei capace, non capisci. Secondo questo ragionamento, questi non sono attributi che hai dovuto costruire, ti sono stati dati alla nascita e sono parte integrante di te.

Sia nella loro accezione positiva che negativa, si tratta di verità assolute e fuori dal tuo controllo. La tua forza di volontà e la motivazione non hanno alcun effetto su di loro.

Al contrario, nel secondo esempio l’attenzione è focalizzata sul risultato. Il disegno è bello, il tuo comportamento è esemplare. Oppure il tuo impegno non è stato sufficiente, la tua comprensione non è arrivata al punto giusto.

Ecco che qui la prospettiva cambia: se studi di più, se ti impegni maggiormente, allora la prossima volta il risultato sarà migliore. In questo caso il tuo potere personale è affermato e hai il pieno controllo sulla tua vita e sulla direzione che prende.

Le due mentalità

Le ricerche della psicologa americana Carol Dweck si sono focalizzate esattamente sugli scenari che abbiamo appena descritto.

Nel corso della sua carriera, Dweck ha studiato e osservato come i bambini possono essere cresciuti con due tipi di mentalità: la mentalità fissa, dove il successo è determinato da tratti innati come l’intelligenza o il talento, oppure la mentalità di crescita, dove il successo è determinato dallo sforzo e dalla pratica.

Il modo in cui queste due mentalità rispondono al fallimento è molto diverso.

Nella mentalità fissa, poiché il fallimento è determinato dall’intelligenza, non ha senso provare di nuovo.

Nella mentalità di crescita, invece, ogni fallimento ci avvicina di un passo al successo.

L’illusione della motivazione

abitudini

Molti libri e corsi al giorno d’oggi enfatizzano la motivazione come forza motrice della nostra crescita personale.

Per quanto sia importante essere motivati, non ho mai raggiunto nessun traguardo significativo nella mia vita solo e soltanto attraverso la motivazione. Quello che ci porta davvero al successo è comprendere come gestiamo il fallimento.

E questo lo sanno benissimo le persone che meditano. È uno scenario che vedo spesso in chi segue i miei corsi: al primo tentativo “fallimentare” di meditare, ci sono persone che si arrendono dicendosi che non c’è motivo di continuare a provare e che non sono portate per la meditazione.

Altre invece prendono quel primo tentativo fallito come un’opportunità di crescita e di apprendimento e come un passo in avanti nella conoscenza della propria mente.

Ogni giorno, in ogni piccola scelta che facciamo, vediamo come la mentalità di crescita e la mentalità fissa influenzano le nostre scelte.

La mentalità di crescita in azione

donna scrive a mano

Ai bambini con una mentalità fissa è stato insegnato che intelligenza e talento sono alla base dei loro successi, e che se un altro bambino fallisce è perché è stupido.

Per questo, in età adulta, si arrendono non appena falliscono. Il fallimento equivale alla stupidità e non vogliono affibbiarsi quell’etichetta.

Se il mio successo o fallimento è dovuto a qualcosa di intrinseco ed immutabile, allora tutto è predeterminato. Sono una persona che pensa di non saper suonare il pianoforte anche se non ho mai provato ad impararlo in vita mia, semplicemente perché qualcuno una volta mi ha detto che non sono portato la per la musica.

Questa è una prospettiva deterministica della vita e del futuro, molto vicina al concetto di un destino già scritto e immutabile.

Se invece ho una mentalità di crescita e di apprendimento, quello che mi interessa è la crescita al di là dei risultati.

Ai bambini che vengono cresciuti con questa mentalità non viene insegnato che sono intelligenti, ma vengono complimentati per ciò che ottengono. E da adulti la loro visione del mondo e dei successi è basata su un percorso di conquiste e di impegno costante.

Quindi un fallimento non è una condanna, ma è solo dovuto a mancanza di studio, preparazione o esperienza.

Basandoci su come siamo stati cresciuti o educati, il modo in cui vediamo il mondo è profondamente diverso da individuo a individuo e questo spiega perché alcune persone sembrano arrendersi alle prime difficoltà mentre altre hanno maggiore perseveranza e resilienza.

La mentalità di crescita secondo gli yogi

lavori al tempio

Questo concetto era stato già compreso dagli antichi yogi in India.

I samskara, o complessi psicologici nella nostra mente, sono i condizionamenti e le esperienze che hanno una valenza emozionale e che vengono internalizzati.

Abbiamo già parlato più approfonditamente dei samskara e della psicologia vedica, che basa i suoi insegnamenti proprio su questi meccanismi.

Come superare la mentalità fissa

Poniamo il caso che tu sia stato cresciuto con una mentalità fissa. Questo vuol dire che non c’è speranza per te, che ti arrenderai sempre davanti al fallimento?

Fortunatamente no. I samskara possono essere elaborati, modificati, superati e, infine, sostituiti con altri samskara. Non sono permanenti, proprio come non lo è la nostra personalità in continua evoluzione.

Tuttavia, molte persone non si fermano mai ad analizzare i propri meccanismi mentali e per questo non superano mai questo tipo di samskara.

Osserva

Il primo passo, come sempre, è la consapevolezza.

Se hai un obiettivo e ti stai muovendo verso questo traguardo, osserva come ti comporti davanti agli ostacoli.

Quali sono le tue reazioni emotive? Dove va la tua mente?

Quanto è probabile che provi a fare qualcosa che ritieni di non essere bravo a fare?

Non notare solo la reazione istintiva, ma anche l’effetto che questi pensieri hanno sulla tua motivazione. La diminuiscono o la aumentano?

Cattura

Quando hai acquisito consapevolezza delle tue reazioni, puoi cominciare lentamente a “riprogrammare” la tua mentalità.

E il modo migliore per farlo è catturare la tua attenzione proprio mentre stai vivendo queste emozioni negative.

Ad esempio, se vuoi scrivere un libro e non riesci ad andare oltre la prima pagina, cogli in fallo la tua mente mentre ti dice che sei un fallimento.

Bloccala e rifletti su quel pensiero. Forse per tutta la vita i tuoi genitori ti hanno detto che sei bravo a scrivere? Stai pensando al loro giudizio mentre osservi la pagina bianca davanti a te?

Se avessi un amico in questa stessa situazione, cosa gli diresti?

A volte è utile pensare ad altre persone che vivono ciò che stiamo vivendo noi, di modo da notare quanto la mentalità soggettiva influenzi la nostra percezione delle cose.

Sii paziente

donna in una foresta di alberi spogli in inverno guarda verso il cielo

Cambiare mentalità richiede tempo e soprattutto pazienza.

Richiede un costante sforzo nel non farci catturare dal flusso dei pensieri e rimanere invece pienamente consapevoli di ciò che sta accadendo dentro di noi.

In questo processo, la meditazione può aiutarci enormemente poiché ci permette di riconoscere gli schemi di pensiero e staccarci da loro, osservandoli con neutralità.

E questa consapevolezza alza anche il livello delle domande che possiamo porci: quando sappiamo che è arrivata l’ora di arrenderci e gettare la spugna? Dovremmo riprovare o è ora di lasciare andare? Quando abbiamo fallito davvero?

Anche le parole “ostacolo” e “fallimento”, se noti, hanno due connotazioni molto diverse. Per chi ha una mentalità di crescita non esiste il concetto di fallimento, in quanto ogni blocco è un’occasione per migliorare e quindi aumenta la motivazione.

Imparando a conoscerci, impariamo a volerci bene e ad accettare gli ostacoli come meravigliose opportunità per evolverci e imparare.

Conclusione

La differenza fondamentale tra chi realizza i propri sogni e chi resta fermo di fronte alle difficoltà non risiede nella quantità di intelligenza o talento con cui nasce, ma nella capacità di vedere ogni fallimento come un gradino verso il successo.

Non è il successo immediato a definire il nostro valore, ma il coraggio di perseguire i nostri obiettivi, la resilienza di fronte agli insuccessi e la volontà di continuare a crescere ogni giorno.

La vera magia avviene quando smettiamo di vedere i limiti come barriere insormontabili e iniziamo a inquadrarli come sfide da superare. Siamo tutti capaci di realizzare cose straordinarie, a condizione di credere in noi stessi e di non smettere mai di imparare.

Letture consigliate

Ultimo aggiornamento 2024-06-24 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Questo sito è gratuito e senza pubblicità

Tutti i contenuti sul nostro sito sono al 100% gratuiti e senza banner pubblicitari.

È una scelta consapevole per offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Contiamo sull’aiuto dei nostri lettori per continuare a mantenere attivo questo portale, producendo sempre più articoli e risorse sulla meditazione e la crescita personale.

Ecco come puoi sostenerci:

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *