Il tremore neurogeno contro lo stress: tecnica e benefici 5/5 (2)

tremore neurogeno

Vi è mai capitato di avvertire una reazione muscolare improvvisa di fronte a una situazione di panico o ansia? Quel tremolio totalmente incontrollabile che si manifesta spontaneamente si chiama tremore neurogeno e sia nel mondo umano che in quello animale sembra essere la risposta più naturale per ripristinare il benessere fisico e mentale in seguito a un forte stress. Viene definita come un’esperienza somatica primordiale, presente in tutto il mondo e in tutte le specie animali, che ha origine nel processo naturale del sistema di memoria procedurale del cervello.

L’origine del tremore neurogeno, sebbene possa essere facilmente circoscritta all’ambito psicologico umano, è in realtà di tipo fisiologico. In presenza di un forte stress o di un trauma, nel corpo viene a presentarsi una reazione biochimica spontanea che procura una contrazione muscolare involontaria; lo spontaneo tremore che ne consegue è il modo naturale del corpo per poterla sciogliere.

Se il processo viene bruscamente interrotto prima del suo completamento, si ha il rischio di imbattersi nello sviluppo di problemi cronici o, più in generale, molto fastidiosi, che avranno ripercussioni anche sulla sfera psicologica dell’individuo. Imparando dal nostro corpo e dalle sue difese naturali è possibile sfruttare a pieno questo speciale tremore per alleviare lo stress e rilassarsi in maniera molto profonda.

I benefici del tremore neurogeno

tremoriFatte le dovute premesse è normale domandarsi come, in sostanza, il tremore neurogeno possa apportare benefici concreti nella vita di tutti i giorni. Ripercorrendo il cammino naturale del nostro corpo che reagisce spontaneamente a un trauma o a una situazione di forte stress, si ha la possibilità non solo di rilassarsi in maniera profonda e completa, ma di provare uno stato di benessere difficile da raggiungere con altre metodologie.

La tensione muscolare, erroneamente associata solo ed esclusivamente alla pratica di uno sport o di uno sforzo fisico, può dipendere, invece, da molti fattori: la posizione errata del corpo durante le ore di lavoro, un riposo notturno poco profondo, e così via. Sommando tutti questi elementi si ottiene uno stato di stress pungente sia per il corpo, dolorante, che per la mente, impossibilitata a lasciarsi andare completamente per godersi un po’ di meritato riposo.

La tecnica che fa del tremore neurogeno la propria colonna portante riesce, per questo motivo, ad aumentare la flessibilità del corpo (in particolare della colonna vertebrale), a intervenire sulle contratture, incluse quelle croniche, e ad amplificare lo stato di benessere. Unita ai benefici dello yoga, sarà possibile ottenere un profondo stato di benessere con pochi, semplici esercizi da poter fare autonomamente ogni giorno.

Tremore neurogeno: qualche esercizio da praticare autonomamente

Distendere il torace

Per raggiungere uno stato di relax completo e provare il benessere intenso di una mente e un corpo più leggeri, distendere il torace è un ottimo esercizio. In questo caso si vanno a unire i benefici dello yoga a quelli del tremore neurogeno per poter raggiungere un profondo stato di benessere.

È sufficiente utilizzare un comunissimo asciugamano arrotolato da tenere sotto al petto. Spalle, testa e glutei rimarranno, invece, ben saldi al pavimento, mentre le braccia risulteranno completamente rilassate e ben distese. In questa posizione, sarà necessario respirare molto lentamente e in maniera profonda, inspirando ed espirando per cinque secondi: occorrerà concentrarsi sul rilassamento di tutto il corpo per almeno 5 minuti e ripetere l’operazione fin quando ogni singolo muscolo non sarà sciolto.

Distendere le gambe

Questo esercizio sarà molto apprezzato dagli appassionati di jogging, di mountain bike e per gli sportivi in generale. Capita molto spesso di notare un tremore generale disteso in tutto il corpo, soprattutto dopo una sessione di allenamento intenso. Per trarre tutti i benefici dal tremore neurogeno sarà sufficiente distendersi sulla schiena e alzare le gambe fin sopra le anche. A questo punto occorrerà poggiare le mani nell’interno coscia e spingere delicatamente verso il basso, mantenendo i piedi puntati verso la testa e facendo in modo che le piante siano rivolte verso l’alto. Restando in questa posizione per un paio di minuti, respirando profondamente e lentamente con gli occhi chiusi, sarà possibile sciogliere le contratture muscolari sia del tronco che degli arti inferiori.

Distendere tutto il corpo

stretching

Lo stretching è molto importante e, unito alle tecniche del tremore neurogeno, può dare enormi benefici a tutto il corpo. Per poter distendere più muscoli in un’unica volta è possibile scegliere di stare in piedi o di stare distesi: in entrambi i casi occorrerà, per prima cosa, alzare le braccia sulla testa e, con le gambe lievemente divaricate, dirigere gli arti ognuno verso il proprio lato opposto. In maniera cosciente, occorrerà, a questo punto, contrarre tutti i muscoli del corpo e distenderli. Ripetendo questa semplicissima operazione fin quando non si avvertirà una distensione piacevole integrale, sarà possibile utilizzare concretamente i benefici del tremore neurogeno per distendere tutto il corpo.

Distendere la schiena

La schiena è forse la parte del nostro corpo che sopporta maggiori stress durante la vita di tutti i giorni. Riuscire a distenderla completamente può sembrare difficile, una missione praticamente impossibile da portare a termine: grazie al tremore neurogeno e allo yoga, distendere la schiena sarà un vero piacere. Posizionarsi a terra con le mani e le ginocchia inspirando ed espirando inarcando la schiena verso l’alto, ripetendo l’operazione all’inverso per contrarre e distendere i muscoli: concentrandosi su questo semplicissimo movimento per una trentina di secondi sarà possibile rilasciare ogni tensione presente nella schiena. Distendendo la mente e concentrandosi unicamente sui benefici di un’apertura totale, benefica e profonda, sarà possibile sciogliere la schiena e godersi una splendida sensazione di benessere totale.

Distendere le mani

distendere mani

Pc, smartphone, tablet, lavoro manuale, commissioni da sbrigare: tanti semplici movimenti che tutti noi compiamo senza rendercene conto, ma che possono causare fastidi e disturbi alle mani. Grazie al tremore neurogeno è però possibile distendere completamente le mani per ottenere un beneficio illimitato e rilassante. Per farlo è sufficiente procurarsi un oggetto morbido, come una palla da tennis morbida, da bloccare con il pollice: dopo averla strizzata per cinque secondi, rilasciare e distendere completamente la mano aprendo tutte le dita. Lo stesso andrà successivamente ripetuto con l’altra mano. È possibile ripetere l’operazione per il numero di volte necessario al fine di far cessare i tremori di entrambe le mani, eseguendo brevi sequenze di pulsazioni per un totale di almeno 10 ripetizioni.

Lettura consigliata

Rilassamento muscolare progressivo
  • Dietmar Ohm
  • Editore: Red Edizioni
  • Copertina flessibile: 64 pagine

Scritto da
Altri post di Raul Baqueiro

Cuscino da Meditazione: guida completa all’acquisto

Se i dolori alla zona lombare, le gambe addormentate e la perenne...
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *