Meditazione Camminata: cos’è e come iniziare a praticarla 4.86/5 (14)

meditazione camminata

Quando pensiamo a qualcuno che medita, solitamente lo immaginiamo seduto, gambe incrociate ed occhi chiusi, isolato e sereno in un suo mondo raggiungibile tramite la stasi del corpo e l’allenamento mentale. In effetti questa è una possibilità, ma solo una fra le tante.

Oggi voglio parlarvi di un altro tipo di meditazione: la meditazione camminata.
Questo tecnica di meditazione viene spesso adottata da grandi uomini d’affari e persone di successo che, anche solo nei ritagli di tempo della routine lavorativa, riescono a disciplinare la propria mente attraverso brevi precorsi, ad esempio dalla scrivania alla sala riunioni.

Cos’è la meditazione camminata e come funziona

La tecnica di meditazione camminata permette di svuotare la mente dai propri pensieri durante lo spostamento del corpo, secondo un processo che ci permette di arrivare a destinazione con la mente più lucida rispetto a quando abbiamo iniziato.

Il primo a praticare questo tipo di meditazione è stato lo stesso Buddha, che durante i suoi 40 anni di risveglio percorreva a piedi nudi le varie regioni dell’India, in solitudine o accompagnato da una fila di seguaci che si univano a lui durante il tragitto.
La meditazione camminata è un ottimo metodo per disciplinare la mente aumentando il benessere psicofisico, migliorando la capacità di concentrazione, aiutandoci a ritrovare il buonumore ed accrescendo la percezione di noi stessi.
Nonostante l’iniziale curiosità, l’idea di cominciare a meditare camminando può spaventare un po’: da dove comincio? Come faccio? Mi sarà davvero utile?
Non preoccuparti: è più semplice di quanto immagini e sono qui per spiegarti come iniziare.

Esercizi utili per iniziare a meditare camminando

camminare
Comincia in casa, lontano da occhi indiscreti che potrebbero imbarazzarti e farti perdere la concentrazione. Bastano solo 20 minuti: i primi 10 per capire il meccanismo ed assimilarlo ed i successivi per la pratica vera e propria.

Se lo spazio ed il tempo lo permettono, ti consiglio di farlo all’aperto, in giardino, e di provare sia scalzo che con le scarpe. Non esiste un metodo univoco per trovarsi a proprio agio durante la meditazione camminata: varia da persona a persona e provare ogni modalità (dentro, fuori, con le scarpe, con o senza calze, a piedi nudi.. ) è il modo giusto per scoprire quale ti fa sentire più a tuo agio.

  • Parti con i piedi paralleli ed alza un piede in modo lento e sicuro. Portandolo in avanti, ripeti mentalmente la parola avanzare.
  • Appoggia prima il tallone e poi l’intera pianta del piede, facendo esperienza delle sensazioni che ti arrivano a contatto col suolo, e ripeti nella tua testa la parola toccare.
  • Mentre sposti il peso del corpo sul piede in “esplorazione”, ripeti mentalmente la parola spingere.
  • Alzando l’altro piede comincia a percepire l’equilibrio raggiunto e ripeti mentalmente la parola stare.

Puoi poggiare il tallone e poi la pianta e proseguire così per quanto tempo vuoi o ti è necessario.
Facile vero?

Non resta altro che provare e riprovare, e una volta compiuto questo primo tentativo cominciare ad applicarlo alla tua “vita in mezzo agli altri” (per strada, in ufficio, nei tuoi tragitti quotidiani). In questo secondo caso è più semplice lasciarsi distrarre dal punto di partenza (il passato che stiamo abbandonando) e dalla meta (il futuro verso il quale tendiamo), ma un passo alla volta riuscirai a focalizzarti sul qui ed ora e procedere verso il traguardo con consapevolezza e il cuore più leggero rispetto a quando sei partito.

La pratica è la chiave in questa tecnica di meditazione: non lasciarti scoraggiare se i primi tempi ti accorgerai che i pensieri ti distraggono dalle percezioni del camminare. Lasciali scorrere via senza alimentarli con altre preoccupazioni, e pian piano ti accorgerai che percepire i tuoi passi diventerà una necessità della tua mente. Saprai apprezzare di più il suolo, la terra, gli elementi che ti circondano, anche se si tratta di strade, asfalto o edifici.
E camminare diventerà un meraviglioso processo meditativo.

Lettura consigliata

La pratica della meditazione camminata. Consapevolezza in movimento: la pace in ogni passo e DVD. Con CD Audio
  • Nguyen Anh Huong, Thich Nhat Hanh
  • Editore: Il Punto d'Incontro
  • Copertina flessibile: 70 pagine

Altri post di Chiara Moretti

Meditazione e yoga migliorano il rendimento sportivo: ecco come

Ormai non è più un segreto: praticare lo yoga con costanza e...
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *